Esenzioni per lavoratori colpiti dalla crisi e famiglie disagiate

La Regione Emilia-Romagna ha prorogato per tutto  il 2016 l'esenzione del pagamento dei ticket per i lavoratori colpiti dalla crisi economica. Oltre all’esenzione dal pagamento del ticket, le famiglie emiliano-romagnole in situazione di estremo disagio individuate o in carico ai Servizi sociali dei Comuni possono usufruire della distribuzione diretta di farmaci in fascia C da parte delle farmacie delle Aziende sanitarie.

Chi ha diritto all’esenzione

I cittadini residenti in Emilia Romagna che risultino nelle seguenti condizioni:

  • aver perso il lavoro dal 1° Ottobre 2008 e non svolgere alcuna attività lavorativa;
  • in cassa integrazione ordinaria, straordinaria o in deroga e che percepiscano una retribuzione, comprensiva dell'integrazione salariale, corrispondente ai massimali sotto indicati;
  • in mobilità e non svolgere alcuna attività lavorativa;
  • in contratto di solidarietà e che percepiscano una retribuzione, comprensiva dell'integrazione salariale, corrispondente ai massimali sotto indicati;
  • essere in possesso della Dichiarazione di Immediata Disponibilità (DID) rilasciata dei Centri per l'Impiego.

Hanno diritto all'esenzione anche i familiari a carico del cittadino con i requisiti sopraindicati. 

Come si ottiene l’esenzione ticket per lavoratori colpiti dalla crisi?

Per ottenere l’esenzione la persona interessata deve compilare e firmare il modulo "Autocertificazione esenzione ticket per lavoratori colpiti dalla crisi" e consegnarlo all'operatore di Sportello unico della propria Ausl di residenza, che provvede a inserire  l'esenzione nell'anagrafe sanitaria.

Al cittadino viene consegnata copia timbrata dell’autocertificazione, che dovrà portare con sé in occasione di ogni prescrizione e prestazione esente ticket.

L’esenzione dal pagamento del ticket è riferita al momento della prescrizione della visita o dell’esame, indipendentamente dalla data di fruizione della prestazione.

Qualora perdano il diritto all’esenzione, il lavoratore e la lavoratrice devono comunicarlo tempestivamente all’Azienda Usl attraverso l'apposito modulo "Annullamento esenzione lavoratori colpiti dalla crisi".

Scarica direttamente i moduli in "Allegati".

L’autocertificazione di dati non veri è perseguibile penalmente in base all’art 76 del DPR 445/2000.

La distribuzione gratuita dei farmaci di fascia C riguarda i componenti di famiglie in situazioni di estremo disagio sociale individuate o in carico ai Servizi sociali dei Comuni. Si tratta di farmaci indicati nei Prontuari delle Aziende sanitarie e in distribuzione diretta, dunque distribuiti da farmacie delle stesse Aziende sanitarie.

Note

L’esenzione ticket per i lavoratori colpiti dalla crisi è straordinaria. E’ possibile però che, oltre ai requisiti per questa esenzione (codice esenzione E99), la persona disoccupata sia in possesso anche dei requisiti per fruire dell’esenzione in base al reddito (codice esenzione E02). In questo caso il cittadino potrà scegliere di quale esenzione fruire. Per maggiori info rivolgersi agli

Uffici Relazioni con il Pubblico dell'Ausl di Parma

Proprietà dell'articolo
modificato:martedì 18 ottobre 2016

In caricamento...