Alzheimer e demenze senili: cosa fare e dove andare

  • Le demenze e la malattia di Alzheimer, la forma più frequente di demenza senile, colpiscono per la maggior parte le persone oltre i 65 anni, sono caratterizzata da perdita della memoria e del senso del tempo, da disturbi nella sfera della personalità e del comportamento.

    La demenza è oggi considerata una "malattia sociale", perché non coinvolge solo l'individuo malato, ma anche la rete sociale in cui è inserito. Le famiglie sono profondamente coinvolte nel processo di cura ed assistenza, e si trovano ad affrontare enormi stress fisici e psicologici.

    Con l’obiettivo di dare risposte assistenziali appropriate agli ammalati e sostegno alle famiglie, la Regione ha promosso una rete di servizi per garantire una diagnosi adeguata e tempestiva e migliorare la qualità delle cure e delle vita delle persone malate e dei loro familiari e favorire il mantenimento a domicilio il più a lungo possibile. Per chiedere informazioni e accedere ai servizi, il primo riferimento è il medico di famiglia.

    Nel territorio provinciale, i Centri per i disturbi cognitivi e demenze dell'Ausl sono il riferimento specialistico e vi si accede con impegnativa del proprio medico di famiglia.

    Prime visite e visite di controllo; esami del linguaggio; esami neuropsicologici; consulenze psicologiche ed assistenziali; momenti di formazione e informazione. Sono queste alcuni dei servizi garantiti dai Consultori che l’Ausl di Parma mette a disposizione di anziani e familiari per i disturbi cognitivi.

    A Parma il Programma Demenze è diretto dal dottor Enrico Montanari.

    Materiali e video informativi

    Non so cosa avrei fatto oggi senza di te - manuale informativo per i familiari delle persone affette da demenzarealizzato dalla Regione Emilia-Romagna. La pubblicazione, suddivisa nelle quattro aree“L’insorgere della malattia”, “Le manifestazioni della malattia”, “La fase avanzata della malattia”, “Il lavoro di cura”, illustra le principali caratteristiche della demenza, le limitazioni e le problematiche che essa comporta per la persona malata e per chi se ne prende cura, offrendo strategie e informazioni su come affrontare la patologia fin dalle fasi iniziali da un punto di vista clinico, assistenziale, riabilitativo, tecnico, psicologico e legale.

    Vademecum LA SALUTE INIZIA DAL CERVELLO! Le regole per mantenerlo attivo e prevenire le demenze - settembre 2016


    Guarda la puntata di approfondimento sui disturbi cognitivi della trasmissione tv Informasalute


In caricamento...