Vaccinazioni per bambini e adolescenti 0-16 anni

  • Le vaccinazioni rappresentano uno strumento molto importante di prevenzione.

    La nuova legge sulle vaccinazioni approvata dal Parlamento (legge 119/2017) conferma e rafforza la normativa (legge regionale 19/2016) che l'Emilia-Romagna si era data sugli obblighi vaccinali.

    La legge nazionale estende da 4 a 10 le vaccinazioni obbligatorie (scarica lo schema sintetico delle vaccinazioni obbligatorie per l'anno 2017-18) previste per l'iscrizione a scuola: tali vaccinazioni riguardano i bambini/ragazzi da 0 a 16 anni.

    Finora erano obbligatorie difterite, tetano, polio ed epatite B, ora si aggiungono pertosse, emofilo di tipo B, morbillo, rosolia, parotite e varicella (quest’ultima è obbligatoria solo per i nati dall’1 gennaio 2017).
    Nella conversione in legge del decreto del Governo non sono più obbligatorie meningococco B e meningococco C, che saranno ora ad offerta attiva e gratuita da parte delle Aziende Usl (significa che sono le Aziende Usl a chiamare i cittadini per fare queste specifiche vaccinazioni).

    Tutte le 10 vaccinazioni ora obbligatorie sono gratuite perché già inserite nei nuovi Livelli essenziali di assistenza (LEA).

    Le vaccinazioni pediatriche vengono eseguite dagli operatori sanitari degli ambulatori di Pediatria di comunità, servizio garantito in tutti i distretti sanitari dell’AUSL di Parma svolto da pediatri, assistenti sanitari ed infermieri. 

    Si ricorda di portare ad ogni appuntamento il libretto delle vaccinazioni, la lettera e il libretto sanitario pediatrico. 

    COSA FARE PER L'ISCRIZIONE A SCUOLA
    Per quanto riguarda l’iscrizione a scuola (a tutti i livelli pubblici e privati, compresi i nidi e le scuole per l’infanzia), per il prossimo anno 2017/2018 - nella fase quindi di prima applicazione della legge - sono previste queste specifiche disposizioni transitorie.

    I genitori devono presentare adeguata documentazione:

    • entro il 10 settembre 2017 per i nidi e le scuole dell'infanzia
    • entro il 31 ottobre 2017 per la scuola dell'obbligo (primaria, secondaria di primo grado e secondaria di secondo grado)


    Quale documentazione?

    • certificato vaccinale rilasciato dall’Azienda Usl che attesti le vaccinazioni effettuate. L'Azienda Usl si impegna ad inviare ai genitori dei minori nati negli anni 2012, 2013 e 2014 il certificato vaccinale aggiornato in tempo utile per rispettare la scadenza sopra indicata. Entro il 10 marzo 2018, il certificato vaccinale aggiornato con la valutazione della idoneità bambino sarà reperibile anche sul Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) del bambino stesso. Se il FSE non è ancora stato attivato occorre che uno dei genitori attivi il proprio e poi quello del figlio;
    • oppure certificato del pediatra o medico di famiglia con l’esonero dalla vaccinazione o il rinvio per motivi di salute;
    • oppure certificato del pediatra o medico di famiglia con l’esonero dalla vaccinazione per aver già avuto la malattia naturale (solo per morbillo, parotite, rosolia ed epatite B che conferiscono immunità permanente);
    • oppure copia della prenotazione dell’appuntamento per la vaccinazione o dell'invito ad un appuntamento che l'Azienda Usl si impegna ad inviare ai genitori dei minori nati negli anni 2012, 2013 e 2014 in tempo utile per rispettare la scadenza sopra indicata.

    L'AUTOCERTIFICAZIONE
    In mancanza della relativa documentazione che attesti l’avvenuta vaccinazione o l'invito ad un appuntamento ricevuto dall'Azienda Usl, entro le date indicate sopra potrà essere presentata un'autocertificazione (il modulo è scaricabile qui) da utilizzare anche in presenza di casistiche particolari (ad esempio minore recentemente trasferito da altra Regione o minore con domicilio diverso dalla residenza e non noto all'AUSL).
    Entro il 10 marzo 2018 deve essere poi presentata tutta la documentazione completa.
     

    COSA SUCCEDE SE NON VIENE RISPETTATO L’OBBLIGO DI VACCINAZIONE

    Se entro il 10 marzo 2018 i genitori non presentano alla scuola la documentazione sull’avvenuta vaccinazione o sull’esonero o sul rinvio saranno convocati dall'Azienda Usl per un colloquio informativo sulle vaccinazioni e per sollecitare a farle.

    Se poi l’obbligo non viene ulteriormente rispettato:

    • i minori 0-6 anni non possono accedere ai nidi e ai servizi per l’infanzia
    • per tutti sono previste sanzioni da 100 a 500€.

    DOMANDE & RISPOSTE
    - Sono il genitore di un bambino che frequenta il nido: cosa devo fare?
    - Sono il genitore di un bambino che frequenta la scuola materna (anche privata non paritaria) e nato tra gli anni 2012 e 2014: cosa devo fare?
    - Sono il genitore di un bambino che frequenta centri ricreativi e centri per bambini e famiglie: cosa devo fare?
    - Sono il genitore di un bambino che frequenta la scuola dell'obbligo: cosa devo fare?
    - Perchè si inizia a vaccinare subito dopo il compimento dei due mesi?


    VACCINI COMBINATI
    Le vaccinazioni obbligatorie possono essere eseguite con vaccini combinati che riducono il numero delle iniezioni. Ad esempio:

    • 6 vaccini potranno essere somministrati insieme con l’esavalente (anti-poliomielite, anti-difterite, anti-tetano, anti-epatite B, anti-pertosse, anti-emofilo di tipo B)
    • altri 4 potranno essere somministrati con il quadrivalente (anti-morbillo, anti-rosolia, anti-parotite, anti-varicella).

    Non esistono vaccini singoli per: difterite, pertosse, morbillo, parotite, rosolia.

    Viene attivato uno specifico monitoraggio, effettuato da un'apposita Commissione istituita presso il Ministero della Salute, che verificherà la copertura vaccinale raggiunta, i casi di malattia, le reazioni a gli eventi avversi. Sulla base di questi dati, dopo un monitoraggio di almeno tre anni, potrà essere eliminata l'obbligatorietà dei seguenti vaccini: anti-morbilo, anti-rosolia, anti-parotite e anti-varicella.

    PER ULTERIORI INFORMAZIONI
    - sito internet www.ascuolavaccinati.it
    - indirizzo di posta elettronica infovaccinazioni@regione.emilia-romagna.it
    - sito internet ER salute
    - Numero Verde Regionale 800.033.033
    - Numero Verde Ministero della Salute 1500

    APPROFONDIMENTI
    - video "Vaccini e collettività"
    Video informativo sui vaccini, a cura della Regione Emilia-Romagna, con la collaborazione dell'Azienda Usl di Bologna (giugno 2017)
    - video "Alla scoperta dei vaccini"
    Video informativo sui vaccini, a cura della Regione Emilia-Romagna, con la collaborazione dell'Azienda Usl di Bologna (giugno 2017)
    - video "Il mondo prima dei vaccini"
    Video informativo sui vaccini, a cura della Regione Emilia-Romagna, con la collaborazione dell'Azienda Usl di Bologna (giugno 2017)
    - video "#io mi vaccino"
    Video informativo per la campagna di vaccinazione contro l'influenza, realizzato dall'Azienda Usl di Piacenza (novembre 2015)

In caricamento...