AUSL per la scuola 2021 - 2022

Corpi connessi

Corpi connessi

  • Distretto di Parma
  • Dipartimento Cure Primarie Distretto di Parma
  • Spazio Giovani - Salute Donna
  • Barbara Galanti
    Francesca Carloni
    Silvia Abbati
  • Il Servizio Coordinatore potrà coinvolgere Operatori di altri Servizi Aziendali in funzione della specifica declinazione del progetto nei singoli contesti scolastici.

  • Benessere Individuale e Relazionale, Sani Stili di Vita
  • Il progetto si propone di riflettere sulla corporeità con l’obiettivo di:

    • accrescere la consapevolezza delle diverse rappresentazioni e dei significati, che il corpo veicola nel contesto di appartenenza;
    • coinvolgere un numero significativo di adolescenti facendoli entrare in contatto con la propria corporeità, scoprendone le potenzialità espressive e sperimentandone nuove possibilità di comunicazione e relazione.
    • Promuovere un atteggiamento di maggiore consapevolezza circa i temi riguardanti la corporeità e i significati che ne vengono veicolati con un'attenzione specifica alle differenze interculturali;
    • fornire ai peer educator competenze per la gestione di incontri tra ragazzi/e finalizzati all’approfondimento del tema del corpo nelle relazioni;
    • favorire l’acquisizione di conoscenze specifiche da parte dei peer educator.
  • Scuola Secondaria 2 Grado
  • Studenti Scuola Secondaria 2 Grado, Docenti, Figure professionali varie (psicologi, educatori, etc)
  • I destinatari sono gli studenti delle classi terze degli Istituti secondari di secondo grado, coinvolti nelle attività di sensibilizzazione da parte di pari, docenti e operatori sanitari.

  • È auspicabile l’inserimento del progetto nel POF e l’istituzione di un tavolo di lavoro con docenti ed operatori sanitari per declinare la proposta progettuale nello specifico contesto. La progettazione si avvale della metodologia di Peer Education (educazione tra pari) che è una strategia educativa capace di attivare un processo naturale di passaggio di conoscenze, emozioni ed esperienze da parte di alcuni componenti di un gruppo ad altri membri di pari status. In tal modo, gli studenti non rappresentano solo i destinatari di informazioni, valori ed esperienze trasferite dall’educatore, ma diventano protagonisti, soggetti attivi della propria formazione, potendo comunque sempre contare sulla collaborazione degli adulti (insegnanti/operatori).
    L'intervento consiste in un percorso formativo dei peer educator rispetto ai temi della corporeità in relazione all'accettazione del proprio corpo e dei relativi cambiamenti, all'identità di genere, alla ricerca dell'approvazione altrui e all'esposizione virtuale del proprio corpo.

    Sono previsti tre step fondamentali: il reclutamento, la formazione dei pari e l’implementazione delle loro attività di ricaduta, anche con il coinvolgimento dei docenti e degli operatori sanitari. Si concorderanno, inoltre, le attività di approfondimento, svolte dai docenti delle classi destinatarie dell’intervento, a supporto delle azioni dei peer e degli operatori sanitari. Obiettivo della formazione dei peer è favorire la loro capacità di stimolare discussioni, informare e favorire un confronto su comportamenti, atteggiamenti ed opinioni dei coetanei su argomenti quali la corporeità e i significati che ne vengono veicolati. Nella fase formativa si sperimentano la gestione e la facilitazione dei gruppi, e si concordano le attività da proporre ai pari nella fase finale di ricaduta che si potrebbe avvalere della metodologia dell’Open Space Technology, uno strumento che permette la condivisione attraverso la realizzazione di workshop.

  • - 1 Psicologo

    - Eventuali altre figure professionali

  • Il progetto prevede 15 ore di formazione dei peer educator, con il loro eventuale coinvolgimento in focus group e in interviste condotte dai peer educator stessi. A questa fase segue la conduzione dell’intervento da parte dei peer educator, che prevede la partecipazione delle classi terze interessate di ciascun Istituto coinvolto, ad un evento di dibattito auto-gestito (la durata prevista è di 3/4 ore), attraverso la metodologia dell’Open Space Technology, co-condotto dai peer educator e dai professionisti del Servizio, previa verifica del percorso e definizione di tale azione con tutti gli attori coinvolti (pari, docenti, operatori).

    La strutturazione del progetto potrebbe subire variazioni in relazione all'andamento della pandemia da Covid-19.

    In tal caso, il Servizio si riserva di concordare le modalità di realizzazione del progetto  (in presenza oppure on-line) con i referenti scolastici, in ottemperanza alle norme di prevenzione del Covid-19 ed alle esigenze delle singole classi.

  • La verifica del lavoro viene realizzata dai docenti coinvolti nel progetto, anche attraverso l’eventuale somministrazione di un questionario d’ingresso e di uscita nelle classi in cui si realizza l’intervento. Gli operatori sanitari verificano la ricaduta formativa nel gruppo dei peer, attraverso incontri di restituzione in plenaria.

  • Si richiede per motivi organizzativi di inoltrare le richieste entro il 30 novembre 2021.

Per attivare questo progetto
CLICCA QUI

Proprietà dell'articolo
modificato:venerdì 17 settembre 2021

In caricamento...