AUSL per la scuola 2021 - 2022

2022_2023_PAINTBALL? GIOCHIAMOCI!

2022_2023_PAINTBALL? GIOCHIAMOCI!

  • Distretto di Parma
  • Dipartimento Assistenziale Integrato Salute Mentale Dipendenze Patologiche – DAI-SMDP
  • Ser.DP di Parma

  • Silvia Codeluppi
    Gilda Donato
    UISP Comitato di Parma
  • SerDP di Parma in collaborazione con Comune di Parma, Gruppo Fondazione CEIS di Parma, Comunità Betania e UISP Comitato di Parma.

  • Dipendenze Comportamentali
  • Promuovere abilità di fronteggiamento rispetto ai rischi connessi al gioco d’azzardo potenziando le capacità critiche dell’adolescente nei confronti del proprio comportamento.

    Aumentare e integrare le conoscenze sul gioco d’azzardo e Gaming, sui fattori di rischio e fattori protettivi attraverso l’utilizzo della peer education come strumento fondamentale di prevenzione.

    Diffondere la conoscenza delle specifiche competenze del Ser.DP e dei servizi territoriali per agevolare l’accesso e il contatto da parte dei ragazzi e degli adulti.

    Promuovere il benessere, la salute e stili di vita sani.

    Favorire l’apprendimento di una modalità di gioco sano e condiviso attraverso l’attività di Paintball.

     

  • Il progetto, rivolto agli studenti delle Scuole Secondarie di I grado (III media) e II grado, punta all'acquisizione di competenze critiche a partire da elaborazioni costruite attorno ai rischi relativi al gioco d’azzardo e al Gaming.

    Nello specifico, gli obiettivi sono:

    • aumentare la consapevolezza riguardo al gioco d'azzardo e Gaming, riflettendo sugli aspetti cognitivi, emotivi e comportamentali sottostanti;
    • comprendere il modo unico e personale di percepire il gioco d'azzardo e il Gaming e i relativi aspetti psicosociali da parte degli adolescenti;
    • ccrescere le risorse di gestione emotiva e le capacità di coping, in un'ottica di prevenzione di comportamenti a rischio legati al gioco d'azzardo e al Gaming attraverso l’utilizzo della peer education come strumento fondamentale di prevenzione;
    • acquisire strategie di comunicazione adeguate per trasmettere le informazioni apprese al target di Istituto;
    • sostenere e accompagnare alla progettazione specifica di interventi interni agli Istituti o nel sistema di rete dei Servizi;
    • conoscere le conseguenze legali dei comportamenti di gioco problematico o patologico;
    • formare opinion leaders all’interno degli Istituti, esperti di tematiche di prevenzione dei rischi legati al gioco d’azzardo patologico.
  • Scuola Secondaria 1 Grado, Scuola Secondaria 2 Grado
  • Studenti Scuola Secondaria 1 Grado, Studenti Scuola Secondaria 2 Grado, Dirigenti, Docenti, Figure professionali varie (psicologi, educatori, etc)
  • Studenti Scuola Secondaria di I Grado, a partire dagli studenti delle classi III (coinvolti nel torneo di Paintball direttamente dagli esperti della Uisp) e Studenti di scuola secondaria di II Grado, Dirigenti, Docenti, Figure professionali varie (psicologi, educatori, etc).

  • Prima fase: In collaborazione con gli insegnanti verranno identificati alcuni ragazzi per ogni classe coinvolta della scuola secondaria di II Grado. I ragazzi parteciperanno a un percorso interattivo con lo scopo di dare informazioni, ma anche di conoscere i pensieri dei compagni, la loro modalità di affrontare gli argomenti trattati, le loro conoscenze e le strategie utilizzate in situazioni di rischio. Gli alunni saranno guidati in un percorso di ricerca al fine di reperire informazioni e costruire insieme delle proposte concrete che siano più efficaci proprio perché pensate dai ragazzi stessi (peer education). Questa fase prevede 2 incontri di 2 ore ciascuno. In base ad accordi presi con gli Istituti sarà possibile ascoltare le testimonianze di membri dell’Associazione “Giocatori Anonimi”.

    Seconda fase: Restituzione all’Istituto del percorso. Insieme ai peer formati della scuola superiore di II Grado, si identificheranno i momenti di vita dell’Istituto e le modalità più idonei a incontrare e coinvolgere i compagni al fine di trasmettere le conoscenze acquisite. Ad esempio, potrà essere allestito un info-point dove i peer saranno coinvolti direttamente per rispondere ai dubbi e alle curiosità dei compagni, sempre con il supporto e la supervisione degli esperti. Questa fase prevede 1 incontro di 2 ore.

    Terza fase: Su richiesta e in base alle necessità della scuola si potrà concordare un incontro nel quale, attraverso l’allestimento di un info-point, saranno gli stessi peer delle scuole secondarie di II  Grado precedentemente formati a rispondere ai dubbi e alle curiosità di genitori e insegnanti, creando uno spazio di riflessione e di valutazione sulla tematica affrontata e sull’efficacia dell’intervento.

    Quarta fase: Verrà organizzato un torneo di paintball in collaborazione con la UISP di Parma e il Paintball Parma City ASD al quale potranno partecipare tutte le scuole aderenti al suddetto progetto formativo.

    Il paintball è un gioco che ha lo scopo di conquistare la base avversaria, oppure di eliminare l’avversario colpendolo con delle palline di gelatina animale o vegetale riempite di vernice colorata, sparate mediante apposite attrezzature ad aria compressa chiamate marker (marcatori).

    Questo sport viene regolarmente praticato anche a livello agonistico in competizioni, tornei e campionati in tutto il mondo. Le palline per legge devono essere totalmente biodegradabili, atossiche ed ecocompatibili.

    Il torneo sarà così strutturato:

    • per ogni scuola parteciperanno 2 squadre composte da 7 partecipanti facenti parte del gruppo dei peer o di studenti delle classi III delle scuole secondarie di I Grado coinvolti e intercettati direttamente dagli esperti della Uisp;

    • in ogni mattinata, precedentemente concordata, si sfideranno 4 squadre di 2 scuole diverse; al termine della mattinata verrà eletta una squadra vincitrice (in base al numero di scuole che parteciperanno al torneo, verrà definito il numero di mattinate dedicate a questa prima fase.);

    • nell’ultima mattinata si sfideranno le 10 finaliste per decretare 1°, 2° e 3° classificato.

     

    Strumenti: media, internet, distribuzione di materiale informativo ed eventuale allestimento info-point.

     
    N.B.: durante la restituzione del percorso svolto dal gruppo peer ai compagni la sorveglianza e la responsabilità degli alunni che accederanno al banchetto è degli insegnanti/adulti accompagnatori.

    N.B.: il progetto “Paintball? Giochiamoci!” prevede articoli sui social network e sulla stampa locale. È necessaria l’autorizzazione da parte dei genitori degli allievi minorenni dell’utilizzo delle immagini del percorso svolto, da parte dei professionisti dell’Azienda USL e degli organi di stampa, sarà responsabilità dell’istituto acquisire la relativa liberatoria.

    • 4 Psicologi e Psicoterapeuti del Ser.DP di Parma
    • operatori UISP
    • membri dell’Associazione “Giocatori Anonimi”.

     

     

  • 2 ore insegnanti e genitori (opzionali)

    6 ore alunni

    per un TOTALE di 8 ore.

    Ore extrascolastiche da dedicare al torneo di Paintball da concordare in base alle adesioni delle scuole.

  • La scheda di valutazione che conterrà i seguenti indicatori:

    • numero di partecipanti,

    • numero di eventi organizzati,

    • eventuali affiancamenti attivati,

    • numero di docenti,studenti e genitori dell’Istituto coinvolti,

    • quantità di materiale informativo distribuito,

    • suggerimenti e valutazioni raccolte dagli insegnanti, dai ragazzi e dai genitori.

     

  • Verrà data la precedenza alle richieste pervenute entro il 30 NOVEMBRE 2022.

Per attivare questo progetto
CLICCA QUI

Proprietà dell'articolo
modificato:venerdì 30 settembre 2022

In caricamento...