Guarda tutti i video


  • Segui il canale youtube

Come fare per...

Esenzioni per lavoratori colpiti dalla crisi e famiglie disagiate

Per contenere la diffusione del coronavirus, si precisa che le esenzioni per lavoratori disoccupati (E02) e per lavoratori colpiti dalla crisi (E99), in scadenza al 30 giugno, sono prorogate fino al 31 ottobre 2020.


La Regione Emilia-Romagna ha introdotto da diversi anni l'esenzione del pagamento dei ticket per i lavoratori colpiti dalla crisi economica. Oltre all’esenzione dal pagamento del ticket, le famiglie emiliano-romagnole in situazione di estremo disagio individuate o in carico ai Servizi sociali dei Comuni possono usufruire della distribuzione diretta di farmaci in fascia C da parte delle farmacie delle Aziende sanitarie.

Chi ha diritto all’esenzione

Hanno diritto all'esenzione i cittadini residenti in Emilia Romagna

  • disoccupati (che hanno perso il  lavoro dopo il 1 ottobre 2008);
  • in cassa integrazione ordinaria, straordinaria o in deroga e che percepiscono una retribuzione comprensiva dell'integrazione salariale, corrispondente ai massimali sotto indicati;
  • in mobilità;
  • chi ha un contratto di solidarietà e che percepiscono una retribuzione comprensiva dell'integrazione salariale, corrispondente ai massimali sotto indicati. Hanno diritto all'esenzione anche i familiari a carico del cittadino con i requisiti sopraindicati. 

 

Dal 01/01/2020 (circolare nr.20) la somma del reddito da lavoro più l'integrazione salariale non deve superare:

 

CASSA INTEGRATI
di tutte le categorie

CONTRATTI DI SOLIDARIETA'
di tutte le categorie

CASSA INTEGRATI
settore edile

CONTRATTI DI SOLIDARIETA'
settore edile

1. € 998,18 (lorde) e € 939,89 (nette) per i lavoratori che hanno una retribuzione mensile inferiore o uguale a € 2.159,48 lordi

1. € 1.197,82 (lorde) e € 1.127,87 (nette) per i lavoratori che hanno una retribuzione mensile inferiore o uguale a € 2.159,48 lordi

2. € 1.199,72 (lorde) e € 1.129,66 (nette) per i lavoratori che hanno una retribuzione mensile  superiore a € 2.159,48 lordi

2. € 1.439,66 (lorde) e € 1.355,58 (nette) per i lavoratori che hanno una retribuzione mensile superiore a € 2.159,48 lordi

 

ATTENZIONE: questi importi vengono aggiornati all’inizio di ogni anno dall’INPS, in base alle variazioni del costo della vita.

Come si ottiene l’esenzione ticket per lavoratori colpiti dalla crisi

Per ottenere l’esenzione il cittadino in possesso dei requisiti deve compilare e firmare il modulo "Autocertificazione esenzione ticket per lavoratori colpiti dalla crisi" (un'autocertificazione per ogni persona esente, compresi i familiari a carico) e presentarla seguendo queste modalità

  • consegnandola agli sportelli unici e CUP aziendali
  • inserendola direttamente nella sezione "servizi on line" del proprio Fascicolo Sanitario Elettronico
  • inviandola via mail o postaclicca qui per sapere come e dove

 

L’esenzione è registrata dall’Ausl nel sistema anagrafico sanitario, è valida fino al 1 marzo dell'anno successivo all'emissione.

Per chi ha perso lavoro dal 1° ottobre 2008, o è in mobilità, è necessario dichiarare nel modulo di autocertificazione di avere presentato la Dichiarazione di Immediata Disponibilità all'impiego (DID) al Portale Nazionale Lavoro o al Centro per l'impiego nonché il nome del datore di lavoro presso cui si è svolta attività lavorativa o, nel caso di lavoro autonomo, la partita IVA e/o l'iscrizione alla Camera di Commercio.
Ai sensi del D.Lgs 150/15 (job acts) non è più richiesto di recarsi al centro per l’impiego per richiedere lo stato di disoccupazione (che deve essere autodichiarato).

Qualora perdano il diritto all’esenzione, il lavoratore e la lavoratrice devono comunicarlo tempestivamente all’Azienda Usl attraverso l'apposito modulo "Annullamento esenzione lavoratori colpiti dalla crisi".

Scarica direttamente i moduli in "Allegati".
L’autocertificazione di dati non veri è perseguibile penalmente in base all’art 76 del DPR 445/2000.


La distribuzione gratuita dei farmaci di fascia C riguarda i componenti di famiglie in situazioni di estremo disagio sociale individuate o in carico ai Servizi sociali dei Comuni. Si tratta di farmaci indicati nei Prontuari delle Aziende sanitarie e in distribuzione diretta, dunque distribuiti da farmacie delle stesse Aziende sanitarie.

 

Note

Per gli assistiti che hanno l'assistenza temporanea (presso un'Azienda USL diversa da quella di residenza) e per i cittadini stranieri e Ue con l'assistenza a scadenza, la validità dell'attestato non può superare la data di scadenza dell'assistenza.

Note

L’esenzione ticket per i lavoratori colpiti dalla crisi è straordinaria. E’ possibile però che, oltre ai requisiti per questa esenzione (codice esenzione E99), la persona disoccupata sia in possesso anche dei requisiti per fruire dell’esenzione in base al reddito (codice esenzione E02). In questo caso il cittadino potrà scegliere di quale esenzione fruire. Per maggiori info rivolgersi agli

Uffici Relazioni con il Pubblico del proprio distretto di residenza

Proprietà dell'articolo
modificato:giovedì 2 luglio 2020

In caricamento...