Arresto cardiaco, ecco l'App che salva la vita

Prima in Italia, DAE RespondER è l'applicazione, integrata con il 118 regionale, che allerta i cittadini sullo smartphone, conduce al defibrillatore più vicino e teleguida le operazioni di soccorso

23/11/2017 - Salvare vite umane intervenendo tempestivamente, in caso di arresto cardiaco, con un defibrillatore.  Tante vite, dato che ogni anno una persona su mille viene colpita da arresto cardiocircolatorio e che defibrillare entro 3-5 minuti dall’inizio dell’arresto può consentire la sopravvivenza della persona nel 50-70% dei casi. Ma se nessuno interviene, le probabilità di sopravvivenza calano del 10-12% per ogni minuto che passa.

E' questo l'obiettivo del progetto, già attivo sul territorio regionale e primo in Italia, che si basa sull’utilizzo di una App, il DAE RespondER, integrata con il Sistema 118 attivo a livello regionale. 

L’applicazione, consente a chiunque sia registrato (DAE First Responder) di essere allertato, nel caso in cui la Centrale Operativa 118 identifichi un sospetto arresto cardiaco nell’area per cui l’utente ha dato la disponibilità a intervenire. Consente inoltre di localizzare il DAE più vicino, per poterlo recuperare e portarlo dove si trova la persona colpita. 

Ecco come funziona
Una persona è colta da malore, i presenti chiamano il 118. Sugli smartphone dei DAE First Responder registrati nel sistema arriva una notifica, con cui si avvisa che la Centrale Operativa 118 ha registrato un probabile arresto cardiocircolatorio nelle loro vicinanze. I DAE First Responder aprono la App e visualizzano le informazioni di base, quali la propria distanza dall’evento e dal defibrillatore.

Per confermare alla Centrale Operativa 118 la propria disponibilità a intervenire, basta premere sul display “Posso intervenire” senza eseguire alcuna chiamata. Il sistema accetta la disponibilità e guida il DAE First Responder al recupero del DAE nelle vicinanze per portarlo sul luogo dell’evento; nel frattempo la Centrale Operativa 118 può seguire sul proprio cartografico il DAE First Responder in avvicinamento.  Arrivato sul posto con il defibrillatore, il DAE First Responder – in contatto telefonico con l’operatore del 118 – eseguirà le operazioni di soccorso. Attualmente sono registrati alla App oltre 300 DAE First Responder sparsi in tutto il territorio emiliano-romagnolo.

Nel sito www.118er.it/dae/ puoi trovare tutte le info per scaricare ed utilizzare al meglio l'appla mappa con l'elenco dei defibrillatori presenti sul territorio e il tutorial 

Per saperne di più leggi il comunicato stampa della Regione 

Proprietà dell'articolo
modificato:giovedì 23 novembre 2017

In caricamento...