Giornata del sollievo: le iniziative dell’AUSL insieme a partner locali

Uno spettacolo, un incontro e il questionario per misurare il dolore

25/05/2017 - Domenica 28 maggio è la Giornata nazionale del sollievo. L’Azienda USL di Parma, insieme a partner locali, organizza eventi con l’obiettivo di diffondere tra cittadini e operatori sanitari la cultura del sollievo dal dolore e dalla sofferenza nei percorsi di cura.

Inoltre, come negli anni passati, in questi giorni è in distribuzione nei luoghi di cura – ospedali, hospice e ambulatori - il questionario “Dare voce a chi cerca sollievo”. In forma anonima, oltre a domande sulle cure palliative è richiesto di valutare il dolore percepito, utile per i sanitari che registreranno il risultato della misurazione nella cartella clinica dell’ammalato.

Sono due gli appuntamenti in calendario per celebrare la giornata, ma soprattutto per riflettere sul tema del dolore.

Il primo è il 27 maggio, all’ex macello di Fidenza (via Mazzini n. 1), con l’incontro aperto a tutti dal titolo “Vivere il morire”, organizzato dall’AUSL insieme all’associazione Dr. Bruno Mazzani e alla cooperativa Aurora Domus, con il patrocinio del Comune di Fidenza.

Con inizio alle 8.30, intervengono Franco Giordani, presidente associazione Dr. Bruno Mazzani, Anna Tedeschi, responsabile hospice di Fidenza, don Sergio Messina, esperto in tematiche del fine vita e Francesco Ghisoni, direttore dell’U.O. Cure Palliative dell’AUSL di Parma. Sarà dato spazio all’approfondimento delle “fasi del morire” e analizzati i comportamenti più frequenti nei parenti o comunque in chi  accompagna il malato. Saranno affrontate anche tematiche etiche sulle scelte del fine vita, sui bisogni di speranza e spirituali dei morenti, indipendentemente dal credere dell’individuo in un Dio. Scarica la locandina

Il secondo appuntamento ha come protagonisti i ragazzi: gli studenti dell’istituto Zappa Fermi vanno in scena al teatro Farnese di Borgotaro lunedì 29 maggio alle 9.45 con “Non ho paura del Burumbu’”, ideato e diretto da Mauro Mozzani del Cirque du Soleil. Lo spettacolo,  realizzato in collaborazione con l’associazione Gli Amici della Valle del Sole, è aperto agli alunni delle scuole elementari e alla cittadinanza. Intervengono la professoressa Giuliana Anelli e Francesco Ghisoni. La rappresentazione è intervallata da due esibizioni musicali dal titolo “Anche le note raccontano…” e “Che bello, un coro!”. Scarica la locandina    

Come gli anni scorsi, queste iniziative si aggiungono agli appuntamenti della rassegna “Dolore in bellezza”, l’iniziativa nata nel 2010 dalla collaborazione tra AUSL e Università di Parma, che esplora le diverse forme della sofferenza mentale e che si conclude il 26 maggio con due incontri, al mattino negli Istituti Penitenziari di Parma e al pomeriggio alla Fattoria di Vigheffio. Per maggiori informazioni clicca qua.

Proprietà dell'articolo
modificato:venerdì 26 maggio 2017

In caricamento...