Interventi chirurgici: firmata un'intesa per migliorare i tempi d'attesa

Ausl, Maggiore e Ospedali privati accreditati insieme per garantire un tempestivo e appropriato accesso alle prestazioni programmate

18/07/2019 - Azienda USL e Azienda Ospedaliero-Universitaria fanno rete insieme agli Ospedali privati accreditaticlinica Città di Parma, Piccole Figlie Hospital e clinica Val Parma – con la sigla di un nuovo accordo per migliorare le liste d’attesa degli interventi chirurgici programmati.

Obiettivo questo, definito a livello nazionale nel Piano Nazionale Gestione Lista d’Attesa e recepito in Regione con delibera di Giunta n. 603 del 2019, che in Emilia-Romagna e nella nostra provincia è da sempre all’attenzione delle Direzioni delle due Aziende sanitarie. Infatti, sono anni che le sinergie messe in campo a livello regionale e locale per rispettare i tempi di accesso a visite ed esami specialistici previsti dalla Regione, sono finalizzate anche alla gestione dell’attività chirurgica.

E quindi, per il triennio 2019-2021, con il parere favorevole della Conferenza Sociale e Sanitaria Territoriale, le due Aziende sanitarie hanno già messo nero su bianco obiettivi, azioni e risorse per assicurare ai cittadini di Parma e provincia un appropriato, equo e tempestivo accesso ai servizi sanitari sia ambulatoriali che ospedalieri.

In particolare, in ambito ospedaliero, il Piano provinciale definisce le azioni per assicurare i tempi di attesa previsti per gli interventi chirurgici oggetto di monitoraggio, in base alle classi di priorità. Si tratta di interventi chirurgici che vanno dal trattamento di patologie tumorali alla protesi d’anca, mentre le classi di priorità sono: A, intervento da eseguire entro 30 giorni, B entro 60 giorni, C entro 180 giorni, D entro 12 mesi.

Oggetto dell’accordo, presentato durante la conferenza stampa giovedì 18 luglio, sono gli interventi chirurgici programmati, a favore di persone in attesa di ricovero all’Ospedale Maggiore. Si tratta di interventi di bassa complessità, ma ad altissima richiesta a Parma e provincia, quali ernie, asportazione di cistifellea in laparoscopia, legatura e stripping di vene delle gambe (varici), trattamento di emorroidi.

A presentare l’accordo i direttori generali delle due Aziende sanitarie di Parma.  “L’accordo tra le due Aziende sanitarie pubbliche e gli Ospedali  privati accreditati che oggi presentiamo – ha dichiarato Elena Saccenti direttore generale AUSL di Parma -  è il frutto di una collaborazione – peraltro non nuova – e di scelte di programmazione mirate a garantire ai cittadini un appropriato, equo e tempestivo accesso alle prestazioni sanitarie ambulatoriali e ospedaliere.  Un obiettivo, questo, possibile grazie al lavoro sinergico e coordinato di tutti gli attori dell’offerta di prestazioni sanitarie”.  

“Pubblico e privato accreditato – ha aggiunto Massimo Fabi direttore generale AOSP di Parma - fanno rete per offrire un’offerta pubblica di servizi sanitari altamente qualificati, grazie ai professionisti presenti nelle due Aziende sanitarie e nei tre Ospedali: clinica Città di Parma, Piccole Figlie Hospital e clinica Val Parma. L’accordo - definito insieme ai clinici - prevede l’opportunità per i cittadini in attesa di intervento chirurgico a bassa complessità al Maggiore di accedere ad uno dei tre Ospedali privati accreditati”.

 “E’ forte – ha evidenziato Camilla Salvi Capo gruppo Consulta Sanità privata Unione Parmense degli Industriali e Consigliere delegato Ospedale Città di Parma -  l’integrazione tra la sanità pubblica e quella privata della nostra provincia, dove le parti sono capaci di programmare insieme la migliore modalità di offerta di prestazioni per i cittadini. Negli anni, questa collaborazione si è ampliata e interessa gli ambiti dell’assistenza specialistica e dell’assistenza ospedaliera”   

 “Siamo onorati – ha detto Roberto Cupellaro Amministratore delegato Piccole Figlie Hospital - di partecipare a questo importante accordo, per il quale ribadisco il massimo impegno a garantire prestazioni sanitarie eccellenti, grazie anche al costante percorso di crescita dell’attività chirurgica di Piccole Figlie Hospital accompagnato da significativi investimenti tecnologici.”

 “E’ con grande soddisfazione che la clinica Val Parma partecipa all’accordo – ha sottolineato Mario Cotti Direttore Generale Val Parma Hospital - testimonianza di una sinergia pubblico-privato in continuo miglioramento, iniziata tempo fa nell’ambito dell’assistenza specialistica sempre nell’ottica del rispetto dei tempi di attesa ”.

 “Tengo a sottolineare con soddisfazione – ha detto Cesare Salvi Presidente Associazione Italiana Ospedalità Privata (AIOP) provinciale - che con questo accordo si esce dalla collaborazione nell’ottica dell’ “emergenzialità” per addivenire ad una programmazione triennale”.

 “Esprimo grande apprezzamento per la collaborazione avviata da anni e che si sta consolidando - ha concluso Cesare Azzali Direttore Unione Parmense degli Industriali - nella convinzione che il sistema pubblico-privato offra un’assistenza sanitaria adeguata alle necessità dei cittadini e di buona qualità.   Il percorso per abbattere le attese di accesso ai servizi è stato costruito con impegno, intelligenza e lungimiranza”.

L’accordo sottoscritto da Azienda USL e Azienda Ospedaliero-Universitaria con  clinica Città di Parma, Piccole Figlie Hospital e clinica Val Parma prevede che dal primo luglio a fine anno, questi Centri garantiscano 242 interventi. L’accordo si aggiunge a un protocollo d’intesa già siglato tra Azienda Ospedaliero-Universitaria e clinica Città di Parma, grazie al quale prosegue la collaborazione in area ortopedica per interventi di traumatologia a bassa complessità.

D’intesa tra AUSL e Ospedale Maggiore è stata inoltre aumentata l’offerta di interventi chirurgici da parte dell’Ospedale Santa Maria di Borgotaro con ulteriori 50 interventi di colecistectomia laparoscopica e riparazione di ernia inguinale nel 2019, che raddoppieranno a 100 nel corso del 2020. E’ stata inoltre avviata una collaborazione tra gli Ospedali di Vaio e di Borgotaro con l’Azienda Ospedaliero-Universitaria per l’area ortopedica.

Gli operatori dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria contatteranno le persone inserite nelle proprie liste, per proporre il ricovero in uno dei tre Centri privati accreditati o all’Ospedale Santa Maria. 


I NUMERI DELL’ACCORDO PER LA CHIRURGIA  (con clinica Città di Parma, Piccole Figlie Hospital e clinica Val Parma) 

Patologia

n. interventi

Ernia inguinale in ricovero ordinario

60

Ernia inguinale in day hospital

40

Trattamento emorroidi in ricovero ordinario

20

Trattamento emorroidi in day hospital

6

Colecistectomia laparoscopica

80

Erniaombelicale in day hospital

16

Varicigambe in day hospital

20

TOTALE

242

 


I NUMERI DELL’ACCORDO PER LA TRAUMATOLOGIA  (con clinica Città di Parma)

150 interventi nel corso del corrente anno per fratture di piccoli segmenti, tendine d'achille e fratture malleolari semplici.

Alla conferenza stampa

Alla conferenza stampa, che si è tenuta giovedì 18 luglio 2019, in Sala riunioni Direzione Generale AUSL erano presenti:

Elena Saccenti, Direttore Generale AUSL di Parma

Massimo Fabi, Direttore Generale Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma

Cesare Azzali, Direttore Unione Parmense degli Industriali

Cesare Salvi, Presidente Associazione Italiana Ospedalità Privata (AIOP) provinciale

Camilla Salvi, Capo gruppo Consulta Sanità privata Unione Parmense degli Industriali e Consigliere delegato Ospedale Città di Parma

Roberto Cupellaro, Amministratore delegato Piccole Figlie Hospital

Mario Cotti, Direttore Generale Val Parma Hospital

Giuseppina Frattini, Direttore Sanitario AUSL di Parma

Ettore Brianti, Direttore Sanitario Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma

Giuseppina Rossi, Direttore Dipartimento Valutazione e Controllo AUSL di Parma

Enrico Vaienti, Direttore Unità Operativa Clinica ortopedica Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma

Michele Rusca, Direttore Dipartimento Chirurgico generale e Specialistico Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma

Paolo Del Rio, Direttore U.O. Clinica Chirurgica generale Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma

Ferruccio Lasagni, Responsabile Programma dipartimentale Traumatologia ortopedica Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma

Proprietà dell'articolo
modificato:giovedì 25 luglio 2019

In caricamento...