I nuovi orari degli Ispettorati micologici

Per la certificazione della commestibilità, utile alla vendita, somministrazione e consumo diretto dei funghi

28/03/2017 - Qualche pioggia, temperature in crescita, giornate più lunghe invogliano a fare qualche giro nei nostri boschi e ad essere puntuali all’appuntamento con i primi funghi della stagione. Attenzione, però, perché alcune specie – anche quelle abitualmente raccolte - possono trarre in inganno e confondere persino i fungaioli più esperti.

L’unico modo per essere tranquilli è quello di far controllare i funghi agli Ispettorati Micologici dell’AUSL, prima di consumarli. L’esame di commestibilità dei funghi raccolti per il consumo diretto è gratuito, mentre le certificazioni sanitarie, obbligatorie per la vendita e la somministrazione, sono a pagamento (40 centesimi al Kg).

Consulta orari e modalità di accesso per l’anno 2017 degli Ispettorati dell’AUSL.

I funghi da sottoporre al controllo devono essere: freschi, interi, sani, puliti ed in buono stato di conservazione, provenienti da aree non sospette di esposizione a fonti di inquinamento chimico o microbiologico. Al controllo deve essere sempre sottoposto l’intero quantitativo raccolto, nel più breve tempo possibile. Portare al controllo un solo campione dei funghi raccolti non serve: il quantitativo lasciato a casa può contenere anche un solo pezzo di fungo velenoso o mortale. Prima di acquistare funghi freschi, è sempre bene verificare che la cassetta o l’involucro siano muniti di una etichetta attestante l’avvenuto controllo da parte degli Ispettori dell’AUSL o di un altro Micologo iscritto al Registro Regionale o Nazionale.

Proprietà dell'articolo
modificato:martedì 28 marzo 2017

In caricamento...