“I ragazzi sono pazienti?”: riflessioni a più voci sulla salute mentale degli adolescenti

Pubblicato il primo volume della collana “Quaderni di Parma”, iniziativa del DAI SMDP: un viaggio all'interno della Residenza terapeutica S. Polo per condividere percorsi ed esperienze

10/01/2019 - Nasce una nuova iniziativa del Dipartimento assistenziale integrato Salute mentale (DAI SMDP):  i “Quaderni di Parma”, collana di brevi pubblicazioni che hanno l’obiettivo di stimolare il dialogo, la ricerca e la cultura sui temi della salute mentale all'interno dell’intera comunità.

Ad inaugurare questa collana, il primo Quaderno di Parma dal titolo “I ragazzi sono pazienti?”, per riflettere sulla salute mentale degli adolescenti e sulla rete dei servizi attivi nella Regione Emilia-Romagna, in particolare nel nostro territorio provinciale.

Il testo, curato da Giulio Fabri Poncemi, è opera dei professionisti dell’Ausl di Parma - Pietro Pellegrini, direttore DAI SMDP, Antonella Squarcia, Responsabile dell’Unità operativa di Psichiatria e Psicologia clinica Infanzia e Adolescenza, Cinzia Dallatana, Coordinatore Residenza San Polo, Matteo Rossi, Psichiatra, Sabrina Ferrari, Psicologa/Psicoterapeuta,  Andrea Cabassi, Psicologo/Psicoterapeuta - e accompagna il lettore alla scoperta delle esperienze e dei percorsi  attivi all’interno della Residenza terapeutica intensiva e post-acuzie per minori AVEN San Polo di Torrile, quale modello clinico-assistenziale per la salute mentale dei ragazzi e adolescenti.

Il Quaderno è dedicato a Ferdinando Avanzini, infermiere, saggio ed esperto ricercatore, parte del grande movimento per una psichiatria gentile, umana e competente.

Scarica in allegato la pubblicazione. 

Proprietà dell'articolo
modificato:venerdì 11 gennaio 2019

In caricamento...