Il Sindacato ANAAO Assomed dell’AUSL di Parma per l’Ospedale di Carpi

Grazie alla generosità degli iscritti, nuove attrezzature per l’U.O. di Medicina interna della struttura colpita dal terremoto

Fidenza, 16/01/2013 - Al termine dell’Assemblea annuale degli iscritti, che si svolge oggi, il Sindacato ANAAO Assomed – Associazione Dirigenti Medici – dell’Azienda USL di Parma inizia il 2013 con una donazione. Due stampanti per monitor utili al monitoraggio dei parametri vitali al letto del paziente sono consegnati a Carlo Di Donato,  Direttore dell’U.O. di Medicina Interna dell’Ospedale di Carpi, (Azienda USL di Modena).

 Un gesto di generosità e soprattutto di solidarietà, che gli oltre 80 iscritti a questo Sindacato – tutti dipendenti dell’Azienda Sanitaria di Parma – hanno voluto dedicare ad una struttura ospedaliera colpita dal terremoto della primavera scorsa.

 "Ancora una volta l'Assemblea ha deciso di realizzare una donazione nei confronti di colleghi che operano in condizioni disagiate – afferma Roberto Fiorini, Segretario aziendale ANAAO-Assomed - Quest’anno, è stato facile individuare i destinatari: i colleghi dell'Emilia, che hanno subito i disagi materiali del terremoto e che hanno vissuto un'esperienza sicuramente indimenticabile”.

 I danni più rilevanti causati dal sisma hanno interessato gli ospedali di: Carpi (250 posti letto), Mirandola (170 posti letto), Finale Emilia (39 posti letto). In tutti e tre i casi sì è dovuto procedere all'evacuazione, con conseguente chiusura di circa 450 letti.

 Quella di oggi è dunque anche un’occasione per ascoltare il Dr. Carlo Di Donato, che racconta l’esperienza vissuta.

 Alla cerimonia, oltre a Roberto Fiorini e Carlo Di Donato,  intervengono per l’Azienda USL di Parma, Ettore Brianti, Direttore Sanitario e Maria Rosa Salati, Direttore Distretto di Fidenza.

Note

ALCUNI DATI SUL SISMA

Il territorio colpito dal sisma del 2012 comprende un'area di 967 Kmq, pari al 36% dell'intero territorio della provincia di Modena, al cui interno vivono oltre 227 mila persone. L'area, dal punto di vista socio-sanitario, è divisa in tre distretti: Carpi (104 mila residenti di 4 comuni), Mirandola (87 mila residenti di 9 comuni) e Castelfranco Emilia (74 mila residenti di 6 comuni), che non ha registrato danni alle strutture sanitarie del Distretto di Castelfranco Emilia.

Proprietà dell'articolo
modificato:giovedì 24 gennaio 2013

In caricamento...