Lo sport in blu per la giornata mondiale dell'autismo

Il 2 aprile tutti in campo con magliette in blu: dal Parma Calcio alle Zebre Rugby, dagli atleti del CUS Parma Triathlon e di Seconds Out al Rugby Parma. Guarda le foto

10/04/2017 - Il 2 aprile lo sport a Parma si è tinto di blu, per celebrare la giornata mondiale per la consapevolezza dell'autismo.

Il Parma Calcio 1913 (sia la squadra titolare, la formazione Beretti, i Giovanissimi Professionisti del 2004, la Prima Formazione Giovanissimi del 2003, gli Esordienti del 2005 e quella femminile), le Zebre Rugby gli atleti del CUS Parma Triathlon e di Seconds Out, il Rugby Parma Serie B allenata da Silau Laega e l'Under 12 allenata da Garavaldi Giancarlo sono scesi in campo indossando maglie blu, realizzate per l’occasione e donate da Errea.

Come ha ricordato il capitano Lucarelli ad inizio di partita ai tifosi, l'autismo è una malattia ancora senza cura. In Italia tra le 300mila e le 500mila persone ne sono affette: non solo bambini, anche soggetti adulti, per i quali le situazioni di solitudine e carenze assistenziali sono particolarmente gravi. La sport può essere molto utile i ragazzi con questi disturbi: è un'occasione di socializzazione e di acquisizione di autonomie, consente di scaricare energie, favorisce l’autonomia, lo scambio interpersonale, il contatto con l’ambiente esterno e il rispetto delle regole.

Guarda la galleria fotografica e i video

Parma-Maceratese, ingresso squadre in campo in blu per autismo e coreografia Bagnaresi

Serie C Femminile: San Paolo-Parma, ingresso squadre in campo in blu per consapevolezza autismo

Esordienti 2005: Parma-Vicenza (amichevole), ingresso in campo in blu per autismo

Giovanissimi Reg. 2003: Parma-Spal, ingresso in campo in blu per autismo

Berretti: Parma-Como, ingresso in campo in blu per autismo

Proprietà dell'articolo
modificato:giovedì 13 aprile 2017

In caricamento...