Guarda tutti i video


  • Segui il canale youtube

Come fare per...

E’ ottobre: le città si tingono di rosa

Dal 9 al 13 ottobre la prevenzione scende in piazza con i volontari LILT e i professionisti delle Aziende sanitarie

29/9/2017 - Una campagna capillare, ricca di iniziative in città e in diverse località della provincia, per ricordare a tutte le donne l'importanza della prevenzione per contrastare il tumore al seno. Torna la campagna Nastro Rosa organizzata da LILT, Lega Italiana Lotta contro i Tumori, in collaborazione con Azienda Ospedaliero-Universitaria, Azienda USL e Comune di Parma, con il patrocinio di Università, Ordine dei Medici e Provincia di Parma. In apertura della campagna è prevista l’accensione di alcuni luoghi della città, come il padiglione di via Gramsci dell’Ospedale Maggiore, le fontane di Barriera Repubblica e strada Elevata e il polo sanitario Ausl di viale Basetti. Ma il rosa colorerà anche diversi monumenti ed edifici della provincia a: Bedonia, Borgo Val di Taro, Busseto, Calestano, Fidenza, Fontanellato, Mezzani, Noceto, Pontetaro e Varano Melegari.

In primo piano la sensibilizzazione.

Dal 9 al 13 ottobre i professionisti della Breast Unit provinciale di Azienda Ospedaliero-Universitaria e di Azienda Usl saranno in piazza Cesare Battisti, all’inizio di Strada Cavour, a fianco dei volontari della LILT, per fornire a tutte le donne, anche quelle non coperte dalla fascia di screening, consulti gratuiti einformazioni relative al percorso senologico eall’autopalpazione. Un’iniziativa al servizio delle donne per rispondere a dubbi e domande. Particolarmente significativo è inoltre il programma delle iniziative culturali, ricreative e di solidarietà. Si parte domenica 8 ottobre alle 14.30 con una camminata benefica a Varano Melegari e, sempre domenica 8 a Fidenza, si svolgerà il contest di volontariato “We need you”. Doppio appuntamento con il teatro di Franca Tragni: sabato 14 ottobre, alle 21, al teatro comunale di Fontanellato, sarà presentato lo spettacolo “Di Donna”, mentre sabato 21 ottobre alle 21, al teatro Tanzi di Felegara, andrà in scena ”Disagiate per Amore”. Infine sabato 28 ottobre a Parma, si svolgerà il premio letterario “Flaminio Musa” e sempre sabato 28 a Borgo Val di Taro si terrà la mostra fotografica organizzata dai ragazzi e i professori dall’Istituto Zappa –Fermi.

La Campagna hal’obiettivo di sensibilizzare un numero sempre più ampio di donne sull’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori della mammella, informando il pubblico femminile sugli stili di vita correttamente sani da adottare e sui controlli di screening da effettuare. E’ confermato che la diagnosi precoce aumenti la possibilità di sconfiggere il tumore al seno. Per questo motivo, per le donne è importante aderire allo screening promosso dalla Regione Emilia-Romagna e realizzato dall’AUSL. Ogni donna, residente e domiciliata a Parma e provincia, di età compresa tra i 45 e i 74 anni riceve un invito a sottoporsi a mammografia gratuita. Grazie all’impegno e alla collaborazione delle due Aziende sanitarie e di LILT le donne che aderiscono allo screening sono in aumento, il 58% delle invitate. Un risultato positivo, che si vuole migliorare: la campagna Nastro rosa è realizzata anche per questo.

L'esame mammografico e tutti gli eventuali approfondimenti diagnostici (come ad esempio visita, ecografia e Risonanza Magnetica) sono gratuiti. Le donne di età compresa tra i 45 e i 74 anni che non si sono presentate all’appuntamento proposto dall’Ausl, che non hanno ricevuto l’invito o, più semplicemente, che hanno bisogno di avere informazioni sul programma di screening, possono chiamare il numero 0521.393939 dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 12, il giovedì anche dalle 14 alle 17.

 

Il programma completo della campagna Nastro Rosa a Parma è disponibile sulla pagina Facebook della Lilt di Parma e sui siti: www.liltparma.it; www.ausl.pr.it; www.ao.pr.it.

erano presenti:

Roberto Federico, vice presidente provinciale Lilt

Nicoletta Paci, Assessore alla Partecipazione e ai Diritti dei cittadini

Massimo Fabi, direttore generale Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma

Antonino Musolino, responsabile interaziendale Breast Unit

Cecilia D’Aloia, responsabile Centro Senologico Az. Ospedaliero-Universitaria di Parma

Patrizia Da Vico, responsabile Centro Bagnasco Azienda Usl di Parma

Nicoletta Piazza, responsabile Programma screening mammografico Azienda Usl di Parma

Proprietà dell'articolo
modificato:lunedì 16 ottobre 2017

In caricamento...