“Una scelta in Comune”. Più facile decidere di donare gli organi

A Parma è possibile la dichiarazione di volontà alla donazione di organi e tessuti quando si rinnova la carta d'identità

22/12/2015 - A chi fa una nuova carta di identità presso il Duc del Comune di Parma viene chiesto se intende diventare o meno un donatore di organi. Se il cittadino decide di cogliere questa opportunità verrà automaticamente inserito nel registro nazionale.

L’iniziativa, denominata “Una scelta in Comune”, nasce dall’impegno costante del Comune di Parma nel sostenere la donazione di organi e tessuti quale gesto di responsabilità e altruismo, e dalla disponibilità di accompagnare i cittadini nel percorso di informazione sulle modalità, previste dalla legge italiana, per dichiarare la propria volontà in merito.

“La dichiarazione di volontà all’atto del rinnovo della carta di identità – ha affermato la vicesindaco Nicoletta Paci nel presentare l’iniziativa alla città – rende più facile e più sicura la scelta dei cittadini, e offre loro l’opportunità di compiere un gesto al quale forse in precedenza avevano già pensato senza compiere atti concreti”.

“E’ un’opportunità da valorizzare e far conoscere – ha detto l’assessore ai servizi al cittadino Giovanni Marani – ed è il risultato di un percorso di avvicinamento che ha coinvolto i servizi e che ora arriva felicemente a compimento”.

Sul grande significato e sull’importanza dal punto di vista operativo come potente leva per incentivare l’ampliamento della platea dei potenziali donatori di organi, ha insistito il direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Massimo Fabi, mentre Elena Saccenti, direttrice dell’Azienda USL, ha parlato di “gesto di amore per la vita e di solidarietà, frutto di una scelta consapevole e responsabile”.

Dall’AIDO (23.00 iscritti a Parma), per bocca di Simona Curti, è arrivata la piena disponibilità ad informare e formare i cittadini, a cominciare dalle scuole, cogliendo la straordinaria nuova opportunità offerta dall’iniziativa del Comune di Parma, che certamente porterà ad elevare notevolmente la platea dei potenziali donatori.

Infatti, già nella giornata di esordio, sono 15 i parmigiani che, rinnovando la carta di identità, hanno deciso di iscriversi al registro dei donatori.

Come iscriversi per diventare donatori di organi

Partecipando a questo progetto il Comune permette a chi richiede o rinnova la carta di identità di esprimere il proprio consenso o diniego alla donazione, firmando un semplice modulo, che, di recente, la legge prevede possa essere sottoscritto anche agli uffici anagrafe dei Comuni.

I cittadini maggiorenni che intendono esprimere la propria volontà e farla registrare nel Sistema Informativo Trapianti (SIT) possono farlo attraverso il modulo di dichiarazione all’ufficio anagrafe del Comune di Parma in occasione del rilascio/rinnovo della carta d’identità, attraverso il modulo di dichiarazione agli Uffici Relazioni con il Pubblico dell’Azienda Usl di Parma, attraverso la sottoscrizione dell’atto dell’Associazione Italiana Donatori di Organi (AIDO), grazie alla convenzione con il Centro Nazionale Trapianti tutte le dichiarazioni raccolte confluiscono nel SIT.

Per dichiarare la propria scelta è altrettanto valida la Tessera Regionale del Donatore o le tessere delle Associazioni di Donatori e Malati (è importante ricordare di portarle sempre con sé) oppure scrivere su un foglio libero la propria volontà (ricordando di inserire i dati anagrafici, la data e la firma e, anche in questo caso, averlo sé).

Grazie ai progressi della medicina il trapianto è una terapia efficace e sicura, che offre una concreta possibilità di cura ai pazienti iscritti in lista d’attesa, per questo è importante sostenere la scelta di donare per offrir LORO una speranza di futuro.

Info sul sito del Comune www.comune.parma.it.

Per informazioni sul tema della donazione: 800 033 033 (numero verde servizio sanitario regionale).

Proprietà dell'articolo
modificato:mercoledì 23 dicembre 2015

In caricamento...