Meno sale più salute: ecco le cinque mosse per diminuire il consumo

In occasione della Settimana mondiale per la riduzione del consumo di sale, suggerimenti e consigli pratici per limitarne l'uso a tavola

09/03/2018 - Dal 12 al 18 marzo si svolge la Settimana mondiale di sensibilizzazione per la riduzione del consumo alimentare di sale, promossa dalla World Action on Salt & Health (WASH), associazione con partner in 100 Paesi dei diversi continenti, per migliorare la salute delle popolazioni, attraverso la graduale riduzione di sodio.

Un consumo eccessivo di sale determina, infatti, un aumento della pressione arteriosa, con conseguente aumento del rischio di insorgenza di gravi patologie cardio-cerebrovascolari correlate all’ipertensione, quali infarto del miocardio e ictus cerebrale. Inoltre è associato anche ad altre malattie cronico-degenerative, quali tumori dell’apparato digerente, in particolare quelli dello stomaco, osteoporosi e malattie renali. 

Il tema della settimana 2018 è “5 ways to 5 grams”, per indicare 5 possibili vie per ridurre il consumo di sale fino al valore massimo raccomandato dall’OMS di 5 grammi al giorno (corrispondenti a circa 2 grammi di sodio al giorno). Dimezzarne l’assunzione da 10 a 5 grammi al giorno riduce del 23% il rischio di ictus e del 17% il rischio di malattie cardiache.

Ecco le 5 azioni concrete da intraprendere per centrare l’obiettivo:

  1. Scola e sciacqua verdure e fagioli in scatola e mangia più frutta e verdure fresche
  2. Prova a diminuire gradualmente l'aggiunta di sale ai tuoi piatti preferiti, il tuo palato si adatterà al nuovo gusto
  3. Usa erbe, spezie, aglio e limone al posto del sale per aggiungere sapore ai tuoi piatti
  4. Metti il sale e le salse salate lontano dalla tavola, così i giovani non prenderanno l'abitudine di aggiungere sale
  5. Controlla le etichette dei prodotti alimentari prima di acquistarli, ti aiuteranno a scegliere quelli a minor contenuto di sale
Proprietà dell'articolo
modificato:lunedì 19 marzo 2018

In caricamento...