Guarda tutti i video


  • Segui il canale youtube

Come fare per...

Un convegno per i 20 anni degli Ispettorati micologici

Venerdì 3 marzo a Parma un evento formativo per celebrare la ricorrenza dell'istituzione delle strutture per la prevenzione delle intossicazioni da funghi

02/02/2017 - Vent’anni fa  nasceva il primo Ispettorato micologico di Parma, struttura istituita nel Dipartimento di Sanità Pubblica dell'Ausl per la prevenzione delle intossicazioni da funghi. Per celebrare questa ricorrenza la sala convegni dell’Azienda Ospedaliera, in via Gramsci 14 a Parma, ospita venerdì  3 marzo il convegno "Ispettorati Micologici di Parma. Prevenzione micologica (1996-2016)”.

In Italia gli Ispettorati micologici sono in totale 331;  nel territorio due,  l’Ispettorato micologico di Parma con tre sedi (Sede di Parma, Via Vasari n. 13/a; Sede di Langhirano, Via Roma n. 42/1 e Sede di Fidenza, Via don Tincati n. 5 – Ospedale di Vaio) e quello di  Borgo Val di Taro con due sedi (Sede di Borgo Val di Taro, Via Benefattori n.12 e Sede di Fornovo di Taro, Via Solferino n. 37). In queste strutture personale specializzato e formato, gli Ispettori micologi, verificano e certificano la commestibilità dei funghi destinati alla vendita o al consumo domestico e vigilano presso le attività di produzione, trasformazione, confezionamento, commercio e somministrazione di funghi.

Il convegno è l’occasione per illustrare i dati, registrati negli ultimi venti anni nella nostra provincia, sulle intossicazioni da funghi e per approfondire il tema della loro prevenzione: dal controllo all’attività di vigilanza, dalla formazione alla divulgazione scientifica.

L’iniziativa formativa , in fase di accreditamento ECM, è organizzata dall’AUSL  in collaborazione con l’Azienda Ospedaliera di Parma con il patrocinio di UNPISI (Unione Nazionale del Personale Ispettivo Sanitario d'Italia).

Scarica il programma dettagliato dell’evento e scheda di iscrizione. 

Per saperne di più sugli Ispettorati micologici e sulle loro attività clicca qua.

Proprietà dell'articolo
modificato:giovedì 2 marzo 2017

In caricamento...