Guarda tutti i video

  • Segui il canale Youtube

Come fare per...

Esenzione ticket per reddito

Il diritto all’esenzione va indicato dal medico nella prescrizione di visita e/o esame strumentale. Se l’apposita casella non è compilata, il cittadino deve pagare il ticket

L’esenzione dal pagamento del ticket per visite ed esami specialistici in base al reddito deve essere indicata nella ricetta di prescrizione e non può più essere autocertificata al momento della prenotazione.

Chi ha avuto riconosciuto il diritto all'esenzione tramite apposito certificato rilasciato dall'Azienda Usl, al momento della prenotazione presso tutti i CUP di Parma e provincia, dovrà avere già indicato sulla prescrizione (ricetta rossa) il codice di esenzione a cura del proprio medico.

Qualora sulla richiesta di prenotazione non fosse marcata l'apposita casella, il cittadino dovrà pagare il ticket.

Chi non ha ancora provveduto ad acquisire il certificato che attesta il diritto all’esenzione può rivolgersi ai CUP dell’Azienda USL di Parma o ai patronati/CAF/CAAF che hanno dato la disponibilità.

Hanno dato la disponibilità le seguenti sedi di patronati: A.C.L.I., CGIL INCA, ENAPA CONFAGRICOLTURA, INPAL, ITACO, EPACA-COLDIRETTI e sedi CAAF: AIC, APLA CONFARTIGIANATO, CGIL, CISL, CNA, CONFAGRICOLTURA, CONFESERCENTI, FABI, CONFSAL, UIL.

Clicca qui per maggiori info

Note

Hanno diritto all’esenzione dal pagamento del ticket in base al reddito:

  • le persone con più di 65 anni e i bambini con meno di 6, con reddito familiare complessivo inferiore a 36.151,98 euro;
  • chi ha la pensione sociale o la pensione al minimo, con più di 60 anni, e i familiari a carico, con reddito familiare complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro se il coniuge è a carico, e di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico;
  • i disoccupati con più di 16 anni registrati nei Centri per l’impiego, in passato già occupati, e i familiari a carico, con reddito familiare complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro se il coniuge è a carico, e di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico.
Proprietà dell'articolo
modificato:giovedì 9 febbraio 2012

In caricamento...