Esenzione per patologia (malattie croniche e malattie rare)

Le esenzioni per patologia riguardano:

  • Malattie/condizioni croniche e invalidanti
  • Malattie rare

 

MALATTIE CRONICHE

Sono 64 le malattie/condizioni croniche e invalidanti che danno diritto all'esenzione dal ticket, secondo quanto previsto dei nuovi Livelli essenziali di assistenza (Lea)  approvate nel dPCM 12 gennaio 2017 - "Definizione e aggiornamento  dei Livelli essenziali di assistenza" - allegato 8. Di queste, 56 malattie/condizioni erano già individuate dal decreto ministeriale n. 329 del 1999

Con i nuovi Lea sono state introdotte 6 nuove patologie croniche: l’endometriosi moderata e grave, la Broncopneumopatia cronico-ostruttiva (Bpco) nelle forme moderata, grave e molto grave, l’osteomielite cronica, le patologie renali croniche, il rene policistico autosomico dominante, la sindrome da talidomide. In questi casi bisogna rivolgersi al proprio medico specialista per il rilascio del certificato che attesti la diagnosi e con questo certificato recarsi a uno sportello Cup della propria Azienda Usl per la registrazione nell’elenco degli assistiti esenti e per la stampa dell’attestato di esenzione.

E' inoltre cambiata la classificazione di alcune malattie che passano da rare a croniche: celiachia, sindrome di down, sindrome di Klinefelter, connettiviti indifferenziate. Le persone con nuove diagnosi, dunque, d’ora in poi riceveranno l’attestato con il codice di esenzione per patologia cronica. Per i cittadini già esenti invece non cambia nulla al momento. Il cambiamento – esclusivamente del codice di esenzione - sarà operativo dal 15 settembre quando entrerà in vigore il nuovo elenco delle malattie rare definito dai nuovi Lea. 

 

Nei nuovi Livelli essenziali di assistenza le prestazioni (visite ed esami) da garantire in esenzione sono solo quelle correlate alla patologia cronica, ridefinite secondo criteri di appropriatezza ed efficacia.

Consulta l'elenco delle malattie che danno diritto all’esenzione, i codici di esenzione e le prestazioni esenti. 

Possono usufruire dell'esenzione per patologia i cittadini italiani, comunitari e stranieri iscritti al SSN e i cittadini comunitari in possesso di tessera sanitaria (TEAM).

Il diritto all’esenzione è riconosciuto dalla ASL di residenza sulla base della certificazione della malattia rilasciata dallo specialista su apposito modulo. Sulla base di tale certificazione, lo sportello del Distretto dell’Azienda Usl di residenza dell’assistito rilascia un attestato di esenzione che riporta la definizione della malattia/condizione con il relativo codice identificativo e le prestazioni fruibili in esenzione.

L’esenzione viene registrata nel sistema informativo dell’Azienda Usl ed è inviata in automatico al medico di famiglia/pediatra della persona interessata. Per fruire di questa esenzione è necessario che nella ricetta di prescrizione di visite, esami o farmaci il medico di famiglia / pediatra / specialista indichi, nell’apposito campo dell’impegnativa, il codice identificativo della patologia riconosciuta. 

E' possibile chiedere l'esenzione per più di una malattia: in tal caso si ha diritto alle prestazioni individuate dall’allegato 8 al DPCM del 12 gennaio 2017.

 

MALATTIE RARE

Per ciascuna malattia rara individuata a livello nazionale che può essere diagnosticata in Emilia-Romagna, il Servizio sanitario regionale ha individuato i Centri di riferimento abilitati alla diagnosi e alla cura, chiamati Centri autorizzati. Il medico specialista del Centro inserisce la diagnosi del paziente nel sistema informativo regionale per le malattia rare ed elabora un piano di assistenza personalizzato. Dopo questo inserimento nel sistema informativo, la persona interessata riceve la certificazione di esenzione dal ticket dal proprio Distretto o presentandosi personalmente allo sportello o, se lo desidera, richiedendone l’invio a domicilio.  

Sono esenti dal pagamento del ticket gli esami diagnostici riferiti alla malattia rara e le prestazioni e i farmaci prescritti nel piano di assistenza personalizzato, se  compresi nei Livelli essenziali di assistenza. La Regione può autorizzare, in casi particolari, l’esenzione dal pagamento del ticket anche per prestazioni e farmaci non compresi tra i Livelli essenziali d’assistenza.  

Consulta l’elenco delle malattie rare e dei relativi Centri di riferimento per la diagnosi e la cura, con relativi indirizzi e recapiti telefonici nel  motore di ricerca regionale delle malattie rare.

Cosa fare per ottenere l’esenzione dal ticket

Per avere l’esenzione, bisogna rivolgersi ai Centri di riferimento per le nuove patologie e avviare il percorso di presa in carico: questo significa prenotare la prima visita e ricevere poi il certificato di diagnosi che dà diritto all’esenzione.

Consulta l'elenco delle malattie rare che danno diritto all’esenzione, i codici di esenzione e le prestazioni esenti. 

 

 

 

Dove rivolgersi

Per informazioni: Uffici Relazioni con il Pubblico presenti nei quattro distretti dell’Azienda

Per rilascio dell'attestato di esenzione: Sportelli Unici presenti nei quattro distretti dell’Azienda
Proprietà dell'articolo
modificato:lunedì 25 settembre 2017

In caricamento...