Guarda tutti i video



  • Segui il canale Youtube

Come fare per...

Adozione

In questa sezione trovi le informazioni necessarie per quanto riguarda la modalità di accertamento dello stato di salute delle coppie disponibili all’adozione nazionale e internazionale.

Ecco le tappe fondamentali:

  1. Colloquio informativo
    Viene svolto presso il Servizio Sociale del territorio di competenza.

  2. Corso informativo/formativo
    Viene tenuto dalle equipe adozioni in collaborazione con gli enti autorizzati.

  3. Accertamenti sanitari
    Si svolgono presso l'Unità Operativa di Igiene pubblica dell’AUSL di Parma.

  4. Approfondimento psico-sociale
    L’equipe adozioni ha il ruolo di valutare le motivazioni e l'attitudine della coppia al ruolo di genitori adottivi ed invia la relazione al Tribunale per i Minorenni.

  5. Dichiarazione di disponibilità
    La coppia deve presentare al Tribunale per i Minorenni la dichiarazione di disponibilità all'adozione internazionale o nazionale con allegata la documentazione richiesta.

  6. Colloquio con il giudice
    La coppia deve sostenere uno o più colloqui con un giudice incaricato presso il Tribunale per il Minorenni che, con decreto, ne dichiara l’idoneità.

  7. Abbinamento e inserimento in famiglia
    Con l'inserimento del bambino nel nuovo nucleo familiare è previsto un accompagnamento da parte dell'Equipe Adozioni dei Servizi Territoriali e degli enti autorizzati. L’Equipe Adozioni seguirà l'ingresso del bambino in famiglia. Al termine del primo anno riferirà sullo sviluppo della relazione adottiva al Tribunale per i Minorenni (in caso di adozione nazionale), oppure all'autorità competente del paese d'origine del bambino (nel caso di adozione internazionale).
Proprietà dell'articolo
modificato:mercoledì 19 marzo 2014

In caricamento...