Giornata mondiale del diabete, anche a Parma la prevenzione scende in piazza

Domenica 13 novembre le Aziende sanitarie di Parma, l’Associazione per l’Aiuto ai Giovani con Diabete di Parma e l’Associazione Diabetici della provincia di Parma saranno insieme in piazza Garibaldi. Test glicemici gratuiti e materiali informativi a disposizione dei cittadini. E martedì 15 un corso di formazione su sport e diabete di Tipo 1 con i medici del Maggiore

11/11/2022 - Informare ed accrescere la consapevolezza sul diabete, prevenire le sue complicanze e conoscere le opportunità che permettono di convivere con questa patologia che – stima l’Organizzazione Mondiale della Sanità - nel mondo riguarda oltre mezzo miliardo di persone. Sono questi gli obiettivi della Giornata mondiale del diabete, che si celebrerà il prossimo 14 novembre. Anche a Parma, Azienda Usl e Azienda Ospedaliero-Universitaria, insieme all’Associazione per l’Aiuto ai Giovani con Diabete (AGD Parma), all’Associazione Diabetici della provincia di Parma e con il patrocinio del Comune di Parma, scenderanno in piazza Garibaldi domenica 13 novembre, per un evento di sensibilizzazione rivolto a tutta la cittadinanza. Dalle 9 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 16.30, i medici diabetologi delle due Aziende, insieme ai volontari delle associazioni e con la collaborazione della Croce Rossa Italiana, saranno presenti con uno stand in cui sarà possibile effettuare lo screening gratuito della glicemia. Non solo, oltre alla misurazione della concentrazione di glucosio nel sangue, i professionisti saranno a disposizione per una valutazione del rischio di diabete, la distribuzione di materiali informativi e potranno fornire preziosi consigli su alimentazione, corretti stili di vita e come riconoscere i sintomi di esordio della malattia, in particolare nei casi di diabete di Tipo 1.

“Il diabete è una patologia da non sottovalutare - hanno commentato i Direttori Sanitari delle due Aziende sanitarie Pietro Pellegrini e Nunziata D’Abbieroma che oggi, grazie alla prevenzione ed a cure mirate si può gestire, consentendo ai pazienti di condurre una vita libera. Per questo motivo – hanno continuato – l’informazione e la consapevolezza giocano un ruolo primario, paragonabile a quello delle terapie.”

Oltre allo screening in piazza, il prossimo 15 novembre è previsto un altro evento di sensibilizzazione: si tratta di un corso di formazione dal titolo “Sport e diabete di Tipo1. Come gestire l’attività fisica con l’aiuto della tecnologia e di una sana alimentazione”.  Il momento formativo, organizzato da AGD Parma insieme all’equipe del Centro di diabetologia pediatrica “Margherita Borri” di Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, è aperto a tutti i cittadini, in particolare ai genitori di bambini e ragazzi diabetici. L’appuntamento è per il pomeriggio di martedì 15 novembre all’Hotel Parma e Congressi, con inizio alle ore 18.

E’ indiscutibile il contribuito che l’attività fisica porta nella gestione del diabete di Tipo 1 – ha commentato la Presidente di AGD Parma Elisa Calzettima crediamo che questa debba integrarsi in modo armonico con le terapie, in modo che lo sport possa essere pura occasione di divertimento e socializzazione per i nostri ragazzi.”

A Parma e provincia, la malattia diabetica riguarda oltre 32.000 persone, con una leggera prevalenza del genere maschile rispetto a quello femminile: la fascia di età maggiormente interessata è quella dei pazienti con oltre 75 anni (con un’incidenza che sfiora il 23%). Sul territorio provinciale, il monitoraggio e la terapia sono assicurati dagli ambulatori diabetologici di Azienda Usl e Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma.

 

 

AGD Parma

L’AGD – Associazione per l’Aiuto ai Giovani con Diabete, è stata fondata nel 1984 da genitori di bambini con diabete, con lo scopo di favorire la diagnosi precoce, la cura e la conoscenza del diabete giovanile, promuovendo l’informazione, l’educazione sanitaria, la sensibilizzazione delle autorità politiche e sanitarie e la solidarietà tra le famiglie.
In quasi 40 anni di attività, ha collaborato attivamente con il Centro di Diabetologia Pediatrica, successivamente intitolato alla prima Presidente AGD Margherita Borri Cocconcelli, curando annualmente l’organizzazione dei campi scuola per l’addestramento dei giovani all’autocontrollo, procurando l’acquisto di apparecchiature sanitarie, organizzando convegni ed incontri di informazione sul diabete di Tipo 1,  curando spettacoli ed attività finalizzati alla raccolta di fondi, finanziando premi di laurea in Diabetologia e borse di studio in Università estere per giovani medici.

      
L’associazione si avvale della collaborazione dei medici del Centro e di tutti i soci, nell’intento di raggiungere tutti gli obiettivi che il miglioramento costante della cura del diabete giovanile e la prevenzione delle complicanze impongono.

Proprietà dell'articolo
modificato:martedì 15 novembre 2022

In caricamento...