Guarda tutti i video




  • Segui il canale Youtube

Come fare per...

Ospedale di Borgotaro: iniziati i lavori di miglioramento

Un’area dedicata all’endoscopia digestiva, riqualificazione del comparto operatorio e attivazione di 2 posti letto di osservazione post-operatoria. L’intervento è pianificato per non interrompere l’attività assistenziale

13/11/2020 - Sono iniziati i lavori di miglioramento dell’Ospedale di Borgotaro per realizzare un’area dedicata all’endoscopia digestiva, riqualificare il comparto operatorio e attivare 2 posti letto di osservazione post-operatoria.

Il nuovo progetto, approvato all’unanimità da tutti i Sindaci del Comitato di Distretto Valli Taro e Ceno l’11 novembre, è stato presentato dai professionisti del Santa Maria Riccardo Cepparulo e Ernesto Longinotti, insieme a Giuseppina Frattini, direttore del Presidio Ospedaliero dell’AUSL di Parma. Il progetto è pianificato per garantire continuità all’attività assistenziale, quindi senza sospendere gli interventi chirurgici, per questo i lavori procedono per stralci.

Il primo step riguarda la nuova area di endoscopia digestiva, realizzata in locali dedicati in altro piano della struttura. I lavori sono iniziati, per concludersi il 25 gennaio prossimo. La nuova endoscopia digestiva, che vedrà potenziata anche l’offerta di prestazioni, entrerà in funzione a metà febbraio, dopo il collaudo  e il trasloco dall’attuale collocazione, adiacente il comparto operatorio.

A marzo, iniziano quindi i lavori di riqualificazione del comparto operatorio, che vedranno un intervento importante sulla terza sala, ampliata negli spazi e dotata di nuove strumentazioni ad alta tecnologia.  Con la fine di questo intervento, prevista per l’estate prossima, saranno operativi anche due posti letto di osservazione post-operatoria.

“Questo progetto – afferma il presidente del Comitato di Distretto Valli Taro e Ceno, Davide Riccoboni – consente di migliorare l’offerta dei servizi e di valorizzare il lavoro dei professionisti, a testimonianza del fatto che il Santa Maria è e rimane un punto di riferimento per la salute dei cittadini della montagna e non solo”.

“In particolare il potenziamento dell’endoscopia e, ancora di più, l’attivazione di due letti di osservazione post-operatoria sono obiettivi che da anni si volevano ottenere per il nostro ospedale – afferma il sindaco di Borgotaro, Diego Rossi - Questi potenziamenti consentono al Santa Maria ed ai suoi professionisti di poter ancor di più sviluppare la propria attività, a servizio dei cittadini del Distretto e di tutta la rete ospedaliera provinciale”.

 “I mesi più critici della pandemia ci hanno impedito di iniziare i lavori – spiega Giuseppina Frattini – Ora ci sono le condizione per procedere. I lavori sono programmati per garantire la continuità all’attività sanitaria, senza dunque sospendere le sedute operatorie. Tengo a rappresentare - conclude Frattini – anche la soddisfazione dei professionisti dell’ospedale, perché questo nuovo progetto risponde appieno alle loro esigenze”.

Proprietà dell'articolo
modificato:giovedì 19 novembre 2020

In caricamento...