Violenza in famiglia, al via una campagna informativa regionale

In distribuzione opuscoli e locandine per mamme e bambini vittime di maltrattamenti. Attivo il numero verde della Rete Antiviolenza 1522

07/02/2017 - “Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?”. Inizia così l’opuscolo realizzato dalla Regione Emilia-Romagna e dal Tribunale per i minorenni di Bologna per far conoscere quale tutela è assicurata alle donne con bambini nei casi in cui siano vittime di violenza da parte del partner.

La pubblicazione, con domande dirette e risposte, ha l'obiettivo di far conoscere alle mamme che subiscono violenza in famiglia, gli strumenti e le possibilità di tutela e aiuto che le istituzioni mettono a disposizione, dal Numero verde della Rete Antiviolenza1522 ai Servizi sociali e Centri antiviolenza (indirizzi e info su Centri presenti in regione su http://comecitrovi.women.it/). 

Il progetto, coordinato dall’assessorato Pari opportunità, nasce dalla consapevolezza che i percorsi giudiziari non sempre sono di facile comprensione quando si è in difficoltà e che il timore che sporgere denuncia, o rivolgersi ai servizi sociali, comporti un allontanamento dei figli può essere così alto da indurre una donna a non cercare protezione. Per questo è importante spiegare che una mamma vittima di violenza non rischia di perdere i propri bambini, che i piccoli vengono protetti così come il rapporto con la madre che li accudisce. 

L’opuscolo, accompagnato da una locandina, è disponibile nei luoghi e tra gli operatori che possono essere maggiormente a contatto con le donne: centri per le famiglie, centri antiviolenza, studi medici o pediatrici, forze dell’ordine e servizi sociosanitari.

Scarica l'opuscolo e la locandina.

Proprietà dell'articolo
modificato:venerdì 17 febbraio 2017

In caricamento...