Guarda tutti i video



  • Segui il canale Youtube

Come fare per...

Le prestazioni specialistiche dell'Unità Operativa di Otorinolaringoiatria

  • Chirurgia della apnea ostruttiva nel sonno, russamento

La sindrome delle apnee ostruttive nel sonno (OSAS) è una condizione clinica caratterizzata da un elevato numero di episodi ostruttivi delle prime vie aree durante il sonno. La comparsa di questi ripetuti episodi comporta una serie di problemi: eccessiva sonnolenza diurna, difficoltà di concentrazione, cefalea mattutina, ipertensione, aumento del rischio di infarto e/o ictus. La terapia medica comporta l’utilizzo del respiratore notturno (CPAP),  tuttavia esistono delle alternative costituiti da interventi chirurgici.

  • Chirurgia del naso e dei seni paranasali

La sinusite è l’infiammazione della mucosa che riveste i seni paranasali ed  è causata dal ristagno di muco nelle cavità paranasali.

Il sintomo caratteristico della sinusite acuta è un dolore accentuato e localizzato alla zona dove ristagna il muco, più spesso alla radice del naso, agli zigomi, alla mascella, alle tempie, dietro e tra gli occhi.

Altri sintomi sono naso tappato, abbondante secrezione di muco giallo verdastro, cefalea , gonfiore al volto, tosse con catarro, mal di gola, mal d’orecchie, alterazione del gusto e dell’olfatto e alito cattivo.

Le complicanze più serie sono dovute alla diffusione dell’infezione agli occhi, all’orecchio o, in casi estremamente rari, al cervello. Nelle persone asmatiche, la sinusite può determinare un aggravamento dei sintomi respiratori.

Attraverso una strumentazione di alta tecnologia vengono effettuati interventi al naso e ai seni paranasali con trattamento microinvasivo. In particolare nella sinusite frontale viene utilizzato un sistema chiamato “Baloon” che utilizza un palloncino per drenare i seni occupati da materiale catarrale.

  • Chirurgia dell’orecchio

Interventi di Timpanoplastica - si eseguono per la terapia delle infezioni auricolari croniche, dei loro esiti e per il recupero della funzione uditiva.

Questi interventi si propongono di ricostruire un orecchio medio chiuso, completamente guarito dai processi patologici preesistenti, in grado di trasmettere i suoni con modalità che si avvicinino quanto più possibile alle condizioni normali.
E' un intervento utilizzato nella terapia delle otiti croniche (colesteatomatose e non).
La via di accesso e le caratteristiche generali dell'operazione sono analoghe a quelle della miringoplastica.
L'operazione si differenzia poiché, per avere un campo operatorio più ampio (data la maggior gravità e diffusione dei processi infettivi o colesteatomatosi), è necessario rimuovere con una piccola fresa parte dell'osso situato dietro al padiglione auricolare (mastoide). Segue la ricostruzione della catena degli ossicini che si può ottenere mediante l'utilizzo dei residui degli stessi o di materiale inerte (silastic, teflon).
L'efficienza dell'operazione nell'eradicazione dei processi patologici è ottima, il recupero uditivo è buono anche se con molte variabili legate ai danni preesistenti.

  • Chirurgia alla corde vocali

L’intervento chirurgico delle corde vocali è un’operazione che interessa la cura di problemi legati al cosiddetto processo di fonazione, che possono quindi provocare sintomi di disfonia ed afonia.
Esistono molte malattie che possono portare a problemi di fonia i cui sintomi sono principalmente la raucedine cronica o un forte abbassamento della voce. Tra le principali si possono ricordare la formazione di noduli con un evidente aumento di spessore della mucosa cordale, di polipi con la formazione di escrescenze ai margini delle corde vocali, alcuni tipi di tumori e la laringite cronica iperplastica che porta alla formazione di una mucosa che impedisce il corretto funzionamento del processo di fonazione.
Gli interventi chirurgici che interessano le corde vocali sono principalmente operazioni di micro-laringoscopia che hanno l’obiettivo di intervenire su problemi localizzati solitamente all'interno della laringe, dove sono poste le corde vocali.

La voce è molto importante per la comunicazione umana, è quindi consigliabile sottoporsi periodicamente ad un controllo otorinolaringoiatrico, così da prevenire eventuali problemi legati alle corde vocali

  • Vestibologia

É attivo un ambulatorio dedicato alla sintomatologia vertiginosa che utilizza strumentazione con tecnologia avanzata che permette di fare diagnosi se l’origine delle vertigini è di tipo centrale o periferico

  • Ambulatorio della voce

É attivo un ambulatorio multidisciplinare, con presenza della logopedista, dedicato allo studio della voce sia per pazienti operati alle corde vocali sia per pazienti con patologie della laringe.

Proprietà dell'articolo
modificato:lunedì 23 febbraio 2015

In caricamento...