Residenza per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza - REMS

La Residenza  per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza (REMS) è la struttura di accoglienza per le persone  affette da disturbi mentali, autori di fatti che costituiscono reato, a cui viene applicata dalla Magistratura la misura di sicurezza detentiva del ricovero in ospedale psichiatrico giudiziario e dell'assegnazione a casa di cura e custodia, ai sensi della legge 81/2014

La Residenza ha caratteristiche specifiche di struttura sanitaria in grado  di assicurare programmi terapeutici secondo linee guida, percorsi di riabilitazione e occasioni di inclusione sociale nel rispetto delle misure adottate dall’Autorità Giudiziaria e fortemente integrati con la rete dei Servizi del DAI-SMDP  ed inseriti nella comunità. La sua strutturazione tiene conto delle peculiarità specifiche della popolazione in accesso ad essa, adeguando, innovando ed integrando percorsi e modalità tipici delle comunità residenziali terapeutiche già esistenti sul territorio. In questa direzione si realizzeranno percorsi appropriati  e in quanto tali utili, per ogni singola persona, al recupero di salute e diritti, garantendo ai pazienti, inseriti a vario titolo giuridico nella REMS, piani individualizzati di cura  aventi come obiettivo finale il reinserimento sociale e la continuità del trattamento nel territorio

Questo percorso viene promosso nella comunità tenendo conto dei necessari requisiti di sicurezza e  di gradualità operativa, nonché delle disposizioni della Magistratura, senza in alcun modo  compromettere il primato del mandato di cura.   

La gestione interna della Residenza e delle sue specifiche attività, dunque, è di esclusiva competenza sanitaria mentre le attività perimetrali di sicurezza e di vigilanza esterna sono svolte, tramite specifico accordo, dalla Prefettura di Parma. Rimane in capo alla Magistratura di Sorverglianza il compito di sorvegliare la Residenza.        

La Residenza si caratterizza come struttura residenziale sovraziendale di Area Vasta Emilia Nord (AVEN), dotata di 10 posti letto, accoglie, in base ad un criterio geografico-territoriale, prevalentemente cittadini residenti all'interno dell'Area sopra menzionata.

E' importante sottolineare come l'utilizzo del criterio geografico-territoriale dell'assistenza e del trattamento sia basato sul principio della continuità terapeutica. Infatti, solo un approccio di psichiatria comunitaria, fondato sui principi della territorialità, della continuità terapeutico-assistenziale e della responsabilità, può misurarsi con le complesse tematiche della salute mentale e dell'assistenza psichiatrica nelle istituzioni di cura e custodia, completando il processo di deistituzionalizzazione avviato con la chiusura dei manicomi.

Responsabile: Dott.sa Giuseppina Paulillo

Scarica il libro “Ancora Mario… a tutti gli eretici per amore – Il percorso per attuare la legge 81/2014 e liberarsi della necessità degli OPG”

Indirizzo

Casale di Mezzani via IV Novembre, 2

Comune

Mezzani - 43055 (PR)

Telefono

0521 393919/924/982

Fax

0521 817088

vai alla mappa

Proprietà dell'articolo
modificato:venerdì 3 agosto 2018

In caricamento...