Guarda tutti i video



  • Segui il canale Youtube

Come fare per...

Consigli pratici per la Terapia anticoagulante orale

    Alcuni consigli pratici rivolti a chi segue la Terapia anticoagulante orale:

    • La dose di anticoagulante prescritta va assunta sempre alla stessa ora (possibilmente il pomeriggio o alla sera) e in dose unica, non occorre il digiuno assoluto.
    • In caso di dimenticanza non va raddoppiata la dose il giorno successivo, ma nella stessa giornata la dose di anticoagulante può essere assunta anche più tardi, entro la mezzanotte. Oltre questo termine, se si salta la dose, è necessario avvisare il medico.
    • Occorre mantenere ben controllata la pressione arteriosa, eventualmente con l’aggiustamento della terapia antiipertensiva.

    Cosa comunicare al centro di sorveglianza della Terapia anticoagulante orale

    Complicanze emmorragiche e tromboemboliche. Cosa fare in caso di...


    COME COMPORTARSI...

    Dal dentista

    Per i pazienti in TAO non esistono particolari problemi, purchè vengano osservate alcune semplici precauzioni. Innanzitutto occorre informare il dentista del trattamento anticoagulante e di tutti gli altri farmaci eventualmente assunti.

    Nella maggior parte delle estrazioni dentarie il grado di anticoagulazione può essere mantenuto nell’intervallo terapeutico usuale senza rischi eccessivi di emorragia, controllando l’INR il giorno dell’estrazione, prima di andare dal dentista.

    Nei casi di maggior rischio di emorragia sarà utile controllare l’INR il giorno prima dell’intervento e sarà quindi il medico a decidere se e quanto ridurre la dose del farmaco anticoagulante che verrà assunto nuovamente il giorno stesso dell’intervento.

    In caso di interventi chirurgici e/o manovre invasive

    In caso di interventi chirurgici avvertire per tempo il medico che gestisce la TAO perché vi può essere la necessità di un adeguato periodo di sospensione per ottenere la normalizzazione della coagulazione (almeno 5 gg). Informare il chirurgo del trattamento anticoagulante.

    In caso di assunzione di altri farmaci e prodotti erboristici

    Non bisogna assumere farmaci di alcun tipo se non approvati dal medico, potrebbero interferire aumentando o diminuendo gli effetti della TAO. Il medico può fornire una lista di farmaci relativamente sicuri fra antidolorifici (paracetamolo), antipiretici, antibiotici, cui fare riferimento.

    Non assumere farmaci a base di acido acetilsalicilico (aspirina)

    Occorre sempre ricordare al Medico di Medicina Generale o ad eventuali specialisti che prescrivono farmaci nuovi che si è in trattamento anticoagulante orale in modo da poter evitare quelli incompatibili.

    Il contraccettivo orale (pillola), poiché espone la donna ad un maggior rischio di patologie cardiovascolari, in particolare quelle tromboemboliche è controindicato per le pazienti in TAO.

    L’uso di prodotti di erboristeria si può associare a variazioni non prevedibili di INR, poiché tali prodotti possono contenere vit K ed altre sostanze interferenti. Va pertanto segnalato con tempestività l’eventuale inizio di assunzione.

    Evitare l’uso di lassativi in quanto potrebbero determinare cattiva assunzione della TAO o se necessario avvisare comunque il medico.

    A tavola

    Occorre una dieta regolare e costante avvisando il medico in caso di cambiamenti significativi dell’alimentazione. Fattori dietetici possono causare resistenza alla TAO con necessità di incremento della dose. Le verdure a foglia larga e la frutta sono ricche di vit K che riduce l’effetto del farmaco anticoagulante. L’assunzione di alcool deve essere limitata altrimenti si potenzia l’effetto della TAO con rischi di emorragie.

    Nello sport

    E’ ammessa attività fisica in rapporto alle proprie condizioni generali. E’ sconsigliato intraprendere attività sportive che implichino possibilità di traumi o ferite.

    In vacanza

    In vacanza è importante mantenere le stesse abitudini alimentari che si hanno a casa. E’ opportuno fare un controllo dell’INR e del proprio stato di salute prima di partire

    Avvertire il medico se ci si allontana per periodi lunghi per valutare come continuare ad effettuare i controlli e la terapia. Assicurarsi che la scorta di compresse anticoagulanti sia sufficiente per tutta la durata della vacanza.

    Portare con se la documentazione sanitaria. Sono consentiti viaggi con aerei a cabina pressurizzata. Si può andare in montagna e al mare evitando le attività più pericolose (pesca subacquea), e l’eccessiva esposizione al sole.

    In gravidanza

    La TAO non può essere assunta durante la gravidanza perché comporta dei rischi per il feto  (supera la barriera placentare) se si programma una gravidanza, occorre parlarne prima con il medico ed il proprio ginecologo; durante la TAO avvertire subito il medico in caso di ritardo mestruale.

      Note

      Ad ogni controllo va compilato il modulo della scheda personale per la terapia anticoagulante, in ogni sua parte: questo è indispensabile per un corretto consiglio terapeutico. In particolare vanno segnalati i nomi dei farmaci assunti, se si sono verificate emorragie o se vi sono nuove malattie. Sono da segnalare con evidenza e con tempestivo anticipo eventuali esami, estrazioni dentarie o interventi chirurgici. In caso di ricovero, al controllo dopo la dimissione va allegata, sempre, la lettera di dimissione dal reparto.
      Proprietà dell'articolo
      modificato:martedì 3 dicembre 2013

      In caricamento...