Idoneità sportiva agonistica per gli atleti minorenni e/o diversamente abili

Come prenotare la visita, la modulistica da presentare e tutte le info utili per accedere correttamente alla prestazione

Come prenotare la visita

Per prenotare la visita di idoneità sportiva, occorre essere in possesso della RICHIESTA della società sportiva, debitamente compilata e firmata dal presidente della società stessa. Senza questa richiesta non è possibile prenotare e quindi accedere alla visita.

Qui sono disponibili i moduli di richiesta che le società sportive devono compilare, firmare e consegnare ai genitori prima della prenotazione:  

 

Con la richiesta, il genitore o chi esercita la potestà genitoriale può prenotare la visita al numero verde 800.629.444, dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 19 e il sabato dalle 7.30 alle 13.30.

Alla prenotazione, vengono forniti due appuntamenti distinti: uno  per l'esame delle urine e l'altro per la visita medico sportiva, alla quale bisogna presentarsi con la documentazione indicata nel paragrafo "Quali moduli è necessario compilare prima della visita". 

Occorre inoltre fornire un recapito telefonico valido per essere contattati per eventuale variazione dell'appuntamento. 

Per ragioni organizzative, deve essere rispettato l'orario di visita indicato nella prenotazione.

Per gli atleti con disabilità, la prenotazione viene effettuata direttamente dal Servizio, inviando una e-mail all’indirizzo medicinadellosportparma@pec.ausl.pr.it e indicando un recapito per essere ricontattati.

Chi può accedere al servizio di Medicina dello Sport dell'Ausl di Parma

Possono accedere gli atleti minorenni e/o diversamente abili. Gli atleti maggiorenni devono rivolgersi ai centri privati autorizzati perché tale prestazione è non prevista dai Livelli Essenziali di Assistenza

Cosa bisogna portare il giorno della visita

Il giorno della prenotazione, accompagnato da un genitore, l'atleta minorenne deve presentarsi con:

  • richiesta della società sportiva
  • documento d'identità in corso di validità dell'atleta (es: carta d'identità, passaporto e permesso di soggiorno)
  • libretto verde dello sportivo
  • abbigliamento sportivo adatto alla prova da sforzo (si raccomanda un'accurata igiene personale)
  • modulistica compilata e firmata (come da indicazioni sottoindicate) 

 

Per la prima visita è opportuno che sia presente un genitore; per le successive, in caso d'impossibilità, il genitore può delegare un accompagnatore maggiorenne, munito di delega compilata e firmata dal genitore delegante  (Modulo 04 compilato, con allegata la copia del documento del delegante. Il delegato deve esibire il proprio documento). 

Ricordiamo che la visita di idoneità sportiva non potrà essere effettuata se l’interessato è infortunato (sia arti inferiori che superiori), o reduce da un infortunio  non ancora risolto (portatori di stampelle, tutori gessati etc.). Per spostare la visita inviare una e-mail a medicinadellosport.parma@ausl.pr.it, indicando un numero telefonico per essere ricontattati.

La visita per i minorenni e disabili è gratuita.

Ricordiamo che i certificati per l'attività sportiva agonistica sono rilasciati solo dai medici dello sport, che effettuano una visita accurata con accertamenti cardiologici e pneumologici.  Le idoneità alla pratica sportiva agonistica vengono registrate anche sul libretto sanitario dello sportivo.

Quali moduli è necessario compilare prima della visita

Prima della visita, è necessario scaricare e compilare i moduli qui sotto indicati. Il modulo 03 deve essere consegnato al Punto prelievi al momento della consegna delle urine, mentre gli altri moduli devono essere consegnati al medico, compilati in ogni parte, durante la visita medico sportiva.

  • Modulo 01 e Modulo 02 (richieste di visita medico sportiva agonistica, utilizzate in fase di prenotazione);
  • Modulo 03 per esame urine
  • Modulo 04 in caso di delega all’accompagnamento a visita di atleta minorenne (il modulo va compilato e va allegata la copia del documento del delegante. Il delegato deve esibire il proprio documento)
  • Modulo 05 Consenso informato 
  • Modulo 06 Autodichiarazione dei dati sanitari (da compilare con cura e sottoscrivere, in caso di minore da parte dei genitori)
  • Modulo 18 Delega ritiro referti (il modulo va compilato e va allegata la copia del documento del delegante. Il delegato deve esibire il proprio documento)

 

In caso di atleta diabetico

  • Modulo 08 Certificazione diabetologia (da compilare a cura del diabetologo curante, in data non antecedente 15 gg dalla visita medico sportiva).

 

In caso di atleta iperteso

  • Modulo 09 Dichiarazione dell’atleta iperteso

 

In caso di atleta con disabilità

  • Portare con sé il giorno della visita la certificazione e/o la documentazione attestante la patologia responsabile della disabilità (fisica/neurosensoriale/psichica)
  • In caso di disabilità psichica, produrre documentazione dello specialista neuropsichiatra (o equipollente) attestante la natura della patologia responsabile della disabilità e la compatibilità della loro condizione con la pratica sportiva organizzata dal CIP e dagli Enti operatori nel settore a livello nazionale

 

In caso di covid

A seguito della pandemia da SARS-COV 2, ai fini della valutazione dell’idoneità agonistica è necessario compilare:

 

Gli atleti che hanno contratto il Covid devono attendere 7 giorni dopo la guarigione prima di poter effettuare la visita agonistica. Per spostare la visita possono mandare una e-mail a medicinadellosportparma@pec.ausl.pr.it, indicando un numero telefonico per essere ricontattati.

Note

Cos’è l’attività sportiva agonistica

La Circolare del Ministero della Sanità 31/1/1983, n.7 – Prot. n° 500.3/Med.Sport – esplicativa del D.M. 18/2/1982 “Norme per la tutela sanitaria della attività sportiva agonistica” chiarisce che per agonismo si intende “quella forma di attività sportiva praticata sistematicamente e/o continuativamente e soprattutto in forma organizzata dalle Federazioni Sportive Nazionali, dagli Enti di Promozione Sportiva riconosciuti dal CONI e dal Ministero della Pubblica Istruzione per quanto riguarda i Giochi della Gioventù a Livello Nazionale, per il conseguimento di prestazioni sportive di un certo livello”. L’attività sportiva agonistica non è quindi sinonimo di competizione.

L’aspetto competitivo, infatti, che può essere presente in tutte le attività sportive, da solo non è sufficiente a configurare nella forma agonistica un’attività sportiva. La qualificazione agonistica a chi svolge attività sportiva, pertanto, è demandata alle Federazioni Sportive Nazionali o agli Enti Sportivi riconosciuti. 

Ai sensi del D.M 18/2/1982 “norme per la tutela sanitaria della attività sportiva agonistica”, tutti i praticanti attività sportiva agonistica devono sottoporsi periodicamente al relativo accertamento d’idoneità.

 

Proprietà dell'articolo
modificato:martedì 20 febbraio 2024

In caricamento...