Guarda tutti i video


  • Segui il canale youtube

Come fare per...

Esenzione in base al reddito

Per contenere la diffusione del coronavirus, si precisa che le esenzioni per lavoratori disoccupati (E02) e per lavoratori colpiti dalla crisi (E99), che prevedono rinnovo mediante autocertificazione e la cui scadenza era fissata per il 1° marzo 2020, sono prorogate tutte alla data del 30 Giugno 2020


Le persone che hanno diritto all’esenzione per reddito devono essere in possesso di un apposito attestato che viene rilasciato dall’Azienda Usl di Parma.

Sulla base di questo attestato, il medico che prescrive visite o esami specialistici indica il diritto all’esenzione sulla ricetta di prescrizione. Non è possibile autocertificare il diritto all’esenzione al momento della prenotazione di una visita o di un esame.

Chi ha avuto riconosciuto il diritto all'esenzione tramite apposito attestato rilasciato dall'Azienda Usl, al momento della prenotazione deve avere indicato sulla ricetta il codice di esenzione a cura del proprio medico.

Qualora sulla ricetta di prenotazione non fosse indicata l'apposita casella, il cittadino dovrà pagare il ticket.


Chi ha diritto all’esenzione per reddito

Sono esenti dal pagamento del ticket in base al reddito:

  • i bambini di età inferiore ai 6 anni appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo inferiore a € 36.151,98 (codice esenzione E01)
  • i cittadini di età superiore a 65 anni, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo inferiore a € 36.151,98; l’esenzione è personale e non può essere estesa ai familiari a carico (codice esenzione E01)
  • i disoccupati registrati presso i centri per l’impiego, già precedentemente occupati alle dipendenze e loro familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo inferiore a € 8.263,31, incrementato fino a € 11.362,05 in presenza del coniuge e di ulteriori € 516,46 per ogni figlio a carico. La condizione di disoccupato deve risultare al momento attuale (codice esenzione E02).
  • i titolari di assegno (ex pensione) sociale e familiari a carico (codice esenzione E03)
  • i titolari di pensione al minimo, di età superiore a 60 anni e familiari a carico, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo inferiore a € 8.263,31 , incrementato fino a €11.362,05 in presenza del coniuge a carico e di ulteriori € 516,46 per ogni figlio a carico (codice esenzione E04)


Il reddito considerato è riferito all’anno precedente.

Si ricorda che i lavoratori colpiti dalla crisi possono beneficiare dell'esezione E99.


L'attestato di esenzione per reddito

Per ottenere l’esenzione il cittadino in possesso dei requisiti deve compilare e firmare l'apposito modulo di autocertificazione e presentarla seguendo queste modalità

 

L'attestato ha validità illimitata nel caso di titolari di assegno sociale (E03) e di pensione al minimo (E04), mentre hanno validità fino al 1 marzo dell'anno successivo all'emissione gli attestati per esenzione ai disoccupati (E02) e ai lavoratori colpiti dalla crisi (E99). In ogni caso si ricorda che, se le condizioni di reddito cambiano e non si ha più diritto all’esenzione, occorre comunicarlo tempestivamente all’Azienda Usl di Parma.

Per bambini con meno di 6 anni e con reddito familiare inferiore a € 36.151,98 il certificato di esenzione è valido fino e non oltre il giorno del compimento dei 6 anni di età del bambino. In ogni caso, se le condizioni di reddito cambiano e non si ha più diritto all’esenzione, occorre comunicarlo tempestivamente all’Azienda Usl di Parma.

Per le persone con più di 65 anni, ha validità illimitata. In ogni caso, anche per le persone con più di 65 anni, se le condizioni di reddito cambiano e non si ha più diritto all’esenzione, occorre comunicarlo tempestivamente all’Azienda Usl di Parma.

E' possibile scaricare anche il modulo per richiedere l'annullamento o la revoca dell'attestato di esenzione rilasciato dall'Azienda Usl, da utilizzare nel caso in cui siano venuti meno i requisiti per l'esenzione e la delega per la consegna e ritiro della documentazione.

 

L’autocertificazione di dati non veri è perseguibile penalmente in base all’art 76 del DPR 445/2000.

Note

Per gli assistiti che hanno l'assistenza temporanea (presso un'Azienda USL diversa da quella di residenza) e per i cittadini stranieri e Ue con l'assistenza a scadenza, la validità dell'attestato  non può superare la data di scadenza dell'assistenza.

Dove rivolgersi

Per informazioni: Uffici Relazioni con il Pubblico presenti nei quattro distretti dell’Azienda

Per rilascio tessera di esenzione: Sportelli Unici presenti nei quattro distretti dell’Azienda
Proprietà dell'articolo
modificato:lunedì 30 marzo 2020

In caricamento...